Sono filtrate nuove indiscrezioni dal ministero dell’Istruzione che con ogni probabilità dovrebbe consentire ad ammettere al test preselettivo quei candidati che dopo aver inoltrato la domanda hanno effettuato un nuovo accesso alla domanda, senza però effettuare un nuovo inoltro. Chi ha seguito questo percorso si trova con la domanda nello stato “inserita, non inoltrata”, oggi dovrebbe sapersene di più, soprattutto riguardo alle sedi.

I giorni, invece, in cui la prova si svolgerà sono già noti da venerdì, il 17 e 18 dicembre, quando sono stati diffusi dal ministero con un avviso pubblicato nella gazzetta ufficiale n.92, 4^ serie speciale, concorsi ed esami. I candidati possono partecipare ad una sola giornata e all’ interno di quella giornata ad un solo turno fra quelli indicati, ma verosimilmente sarà il ministero a stabilire quale e non il candidato stesso. La comunicazione e il conseguente accesso della banca dati ministeriale con i 3500 quiz da cui verranno presi i 50 per il test preselettivo verrà comunicata oggi alle 20. 

Secondo le indiscrezioni raccolte da orizzontescuola.it i candidati avranno la possibilità di usare carta e penna (fornite dalla commissione) per prendere appunti e avere così un foglio di brutta per risolvere i quesiti logico – matematici. I turni giornalieri saranno 4 e indicativamente dovrebbero essere divisi in questi orari, il primo alle 9.00, il secondo alle 11 e 30, il terzo alle 15.00 e il quarto ed ultimo alle 17 e 30. L’assegnazione ai vari turni con ogni probabilità verrà effettuata tramite sorteggio informatico casuale; ciò non toglie comunque che non si procederà alla modifica dei sorteggi fatti per nessun motivo o giustificazione.


La commissione in ogni aula destinata ai test sarà costituita da un presidente, un referente d’aula e un referente amministrativo. E’ stato inoltre preso un provvedimento rivolto ad agevolare la risoluzione del test da parte dei candidati disabili per i quali è previsto un software specifico e verranno inseriti nell’ ultimo turno di ogni giornata.

I candidati che non hanno ricevuto avviso di estromissione dal concorso sono tenuti a presentarsi nella sede che verrà comunicata loro oggi dal ministero provvisti di un documento di identità valido e anche del codice fiscale. Qualora il candidato non si presenti nell’ orario e nella sede designati verrà escluso, l’assenza dunque non è scusata per nessun motivo, salute compresa. Inoltre se dovessero sopraggiungere cause di forza maggiore e non sia possibile compiere una o più sessioni della prova di preselezione nei tempi previsti, è stato decretato il rinvio con comunicazione, anche in forma orale qualora sia possibile, ai candidati presenti.

Confermata invece la regola secondo cui ai candidati non è permesso portare in sede d’esame carta e penna proprie, appunti, libri, dizionari, testi di legge, pubblicazioni, strumenti di calcolo e quant’altro possa agevolare la risoluzione dei quiz proposti dal test.

Non è previsto inoltre che siano fornite informazioni in merito alla natura tecnica – operativa sull’ uso dell’applicativo informatico. C’è di più, non sarabbero date nemmeno informazioni sulla lingua straniera prescelta in sede di domanda, nella circostanza in cui non ci sia concordanza fra lingua scelta nella domanda e lingua presente nel test, il candidato sarà escluso dalla prova e quindi dal concorso.

Va poi ricordato che tutti i partecipanti sono ammessi al test con riserva di accertamento del possesso dei requisiti di ammissione disposti nella domanda, questo controllo avverrà da parte del Servizio competente solo dopo lo svolgimento della prova stessa e limitatamente ai candidati promossi.

Qualora mancassero i requisiti di ammissione il Servizio competente dispone l’esclusione immediata dei candidati in qualsiasi momento della procedura concorsuale.


4 COMMENTI

  1. […] Siamo in grado, al contrario di quanto qualcuno ha sostenuto nella rete, di provare l’esistenza del software che abbiamo testato proprio per verificarne la bontà e la corretta efficienza. Non solo abbiamo la mail che testimonia il contatto con la casa produttrice del test, ma abbiamo prodotto anche delle immagini che attestano l’esistenza del “software magico” (vedi immagini a piè di pagina), del fatto che funziona perché fornisce realmente le risposte corrette, ma pone le domande in modo leggermente diverso rispetto ai quesiti ministeriali che si trovano sul sito del Miur. […]

  2. […] Il 27 novembre alle 20 il ministero dell’Istruzione, dopo un primo rinvio, ha reso note le 3500 domande da cui verranno pescate le 50 che saranno utilizzate per redigere il test preselettivo che avrà l’ingrato compito di dare una cospicua scrematura ai 321.210 candidati al concorso a cattedre. Dunque, dalle 20 di martedì scorso, la banca dati ministeriale è accessibile e consultabile da tutti coloro che hanno inviato l’iscrizione per partecipare al concorso, è sufficiente infatti inserire il proprio codice fiscale nell’apposito spazio e si può usufruire dell’esercitatore ministeriale. […]

  3. […] Il 27 novembre alle 20 il ministero dell’Istruzione, dopo un primo rinvio, ha reso note le 3500 domande da cui verranno pescate le 50 che saranno utilizzate per redigere il test preselettivo che avrà l’ingrato compito di dare una cospicua scrematura ai 321.210 candidati al concorso a cattedre. Dunque, dalle 20 di martedì scorso, la banca dati ministeriale è accessibile e consultabile da tutti coloro che hanno inviato l’iscrizione per partecipare al concorso, è sufficiente infatti inserire il proprio codice fiscale nell’apposito spazio e si può usufruire dell’esercitatore ministeriale. […]

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here