Datemi un hashtag, e vi dirò dove andrete”. Secoli fa c’erano gli aruspici, poi si è passati ai tarocchi fino, per chi ancora ci crede, all’oroscopo. Ora, però, a svelare il domani degli uomini potrebbe essere Twitter.

L’ultima frontiera dei social network è dunque quella della chiaroveggenza? A detta di Devavrat Shah e Sanislav Nikolov, rispettivamente ricercatore e studente al MIT di Boston, uno degli istituti universitari più noti e importanti al mondo, Twitter ha un potenziale in grado di prevedere gli eventi.

Nulla di fantascientifico nel sostenere che in soli 140 caratteri possa racchiudersi il segreto del futuro prossimo. Secondo i due studiosi, infatti, esiste un algoritmo che è in grado di anticipare i top trend sul sito di microblogging più in voga nel mondo.


In media, il sistema elaborato da Shah e Nikolov è in grado di predire gli argomenti più discussi non oltre 90 minuti, anche se è già stato provato che, in alcuni casi particolari, questa “dote” di scorgere il futuro può manifestarsi anche quattro o cinque ore prima che scalino le classifiche dei temi più caldi.

E il meccanismo, assicurano i due genii, è pressoché infallibile: è dimostrata, infatti, accuratezza nei risultati nel 95% dei casi esaminati.  Una percentuale che non lascia adito a perplessità sulla progressione numerica alla base della teoria dei bostoniani.

“Il metodo di potrebbe applicare a una quantità di soggetti che evolvono col passare del tempo: la durata di un tragitto in bus, la vendita di biglietti per un film o anche l‘andamento dei titoli azionari in borsa”.

Gli ambiti di riferimento, insomma, sono innumerevoli, così come gli utenti di Twitter, che quotidianamente affidano al cinguettio i propri pensieri, o le proprie speranze.

Ciò che è interessante, nel sistema proposto dai due analisti, è che in esso non vengano elaborate sessioni preordinate di numeri: semplicemente, il meccanismo si autocompone nel flusso di tweet che ogni ora invadono la rete e, dalla modalità con cui questi evolvono, a seconda delle parole chiave utilizzate e dei trend di richiamo, riesce a pronosticare i trend che, di lì a poco, andranno per la maggiore.

La novità è particolarmente interessante a livello economico, soprattutto per tutte quelle imprese, sempre più numerose anche in Italia, che stanno investendo risorse nel social media marketing e che si appoggiano alle piattaforme più frequentate per promuovere i loro prodotti.


CONDIVIDI
Articolo precedenteLazio, il Tar preme sulla data delle elezioni. Il testo della sentenza
Articolo successivoLegge di Stabilità: respinti 3 emendamenti contro i tagli alla scuola

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here