Con due ordinanza gemelle emanate lo scorso 9 novembre, la n. 3985 e la n. 4001, la Terza Sezione Bis del Tar Lazio, presieduta da Evasio Speranza, ha accolto le richieste di sospensiva presentate dal Codacons e dall’Anief, ammettendo così con riserva al test preselettivo del “concorsone” i candidati laureati ma non abilitati.

Il Tribunale amministrativo ha anche fissato l’udienza di merito del ricorso al 21 febbraio 2013, “tenuto conto che la definizione sulla sussistenza della fondatezza o meno del gravame […]  potrà aver luogo mediante sollecita definizione nel “merito” della controversia”.

Qui il testo delle due ordinanze di accoglimento:


Tar Lazio, ordinanza n. 3985 del 9 novembre 2012

Tar Lazio, ordinanza n. 4001 del 9 novembre 2012


CONDIVIDI
Articolo precedenteRiforma lavoro, Fornero: apprendistato avanti tutta. I nuovi contratti
Articolo successivoRabbia esodati: salta l’emendamento in legge di stabilità. “Mancano i soldi”

1 COOMENTO

  1. […] obiezioni non ha potuto fare altro che riscontrarne la sensatezza ed ha dunque accolto, con le ordinanze 03985/12 e 04001/12, le richieste incidentali di sospensiva presentate dal Codacons e il sindacato Anief,  ammettendo […]

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here