Concorsi pubblici nel caos, come dimostrano i riprovevoli eventi accaduti a Catania, durante il Concorso per l’Agenzia delle Entrate, e a Roma durante quello per Avvocatura dello Stato. Tra inutili competenze impartite dalla scuola e blocchi delle assunzioni, ma c’è ancora qualcuno che crede che nella Pubblica Amministrazione si entri per concorso?! E cosa può sindacare in realtà il giudice amministrativo, se deve fare un passo indietro davanti all’esigenza di buon andamento ed efficienza dell’azione amministrativa?

© RIPRODUZIONE RISERVATA


5 COMMENTI

  1. […] il tasso di polemiche “a caldo” sia, al momento, inferiore degli ultimi esempi di concorsi svolti in Italia, non sono mancati i soliti furbetti, prontamente scoperti da una vigilanza […]

  2. […] questo indirizzo il video editoriale del direttore di Leggioggi.it, avvocato Carmelo Giurdanella, sul caos concorsi […]

  3. Io sono un funzionario dell’inps , vincitore di concorso pubblico, senza raccomandazione Ho avuto l’accortenza di scegliere l’alto nord…poi sono sceso con mobilitá, anche in tal caso senza raccomandazione.

  4. Tutte considerazioni condivisibili: mi piacerebbe tuttavia che il direttore andasse oltre, proponendo eventuali soluzioni.

SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome