Più che alla luce del sole. Forse meglio dire sotto gli occhi di tutti. E gli italiani confermano di non sopportarli più, tutti quei comportamenti quotidiani che scandiscono la tipica giornata dell’evasore abituale.
Dal semplice scontrino non battuto al bar dopo il caffè, proseguendo per la mancata presentazione di un ‘qualcosa’ da parte di dentista, muratore, idraulico, elettricista. E, allora, scatta la segnalazione.
Il sito Evasori.info, che sta monitorando la situazione, fornisce dati chiari del boom delle denunce spontanee sull’evasione fiscale: alle 17 del 18 maggio sono 713.424 per 101.475.417,44 euro.
Un numero più che raddoppiato, oltre il 150% in più, da inizio 2012: il 2 gennaio scorso erano infatti 283.853 per 46.295.758,43 euro.
Nella lista nera in testa medici e dentisti (8,9 mln), immobiliari (6,9, mln), ristoranti (6,3 mln), costruzione di edifici (5,9 mln), bar 5,5 mln, servizi per la persona 4,9 mln, studi legali, avvocati e notai 3,9 mln, commercio ingrosso 3,9 mln.


CONDIVIDI
Articolo precedenteLavoratori dello spettacolo: finalmente una buona nuova?
Articolo successivoIl Codice dell’inquietudine

1 COOMENTO

  1. perchè nonostante denuncie anonime di frode ed evasione fiscale non vi è nessun intervento accertativo per questi evasori per sapendo nome cognome e indirizzo

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here