Il Ministro della Giustizia Severino ha inviato ai tecnici della giustizia dei partiti di maggioranza il testo definitivo della proposte del Governo in materia di giustizia sulla responsabilità civile dei magistrati.

Verrà pertanto modificato il controverso “emendamento Pini” alla legge comunitaria, approvato con i voti Pdl alla Camera e fermo al Senato.

Nell’attuale formulazione, scompare la responsabilità diretta dei magistrati, come chiesto dal Pd. Ma in accoglimento delle osservazioni del Pdl, si stabilisce che lo Stato avrà l’obbligo (oggi è facoltà) di rivalersi verso il magistrato, fino alla metà (oggi è un terzo) dello stipendio annuale. La toga risponderà per dolo o colpa grave (la violazione manifesta del diritto, oggi criterio autonomo, viene fatto rientrare nella colpa grave), e verrà attenuato il filtro di ammissibilità.


Qui il testo della bozza trasmessa ai gruppi parlamentari


CONDIVIDI
Articolo precedenteIntercettazioni, la bozza della riforma
Articolo successivoIMU, si pagherà in tre rate

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here