Il decreto Semplificazioni ha ottenuto la fiducia al Senato e ora il provvedimento torna alla Camera. Montecitorio riprenderà in esame il testo dopo le ultime modifiche apportate, il prossimo 2 aprile per convertirlo in legge entro il 9 dello stesso mese.

I tempi per il dibattito sul dl sono stati piuttosto stretti e il governo se n’è accorto. Il ministro Giarda  ha precisato a Palazzo Madama che il voto si farà su un maxiemendamento  che sostituisce interamente il testo ma che contiene il testo così come è stato approvato dalla commissione Affari costituzionali al quale è stata aggiunta la modifica sui reati ambientali e la lottizzazione abusiva contenute nell’articolo 44.

E per non perdere per strada gli spunti interessanti che sono emersi dal dibattito sul provvedimento,  il Governo, attraverso le parole del ministro Patroni Griffi, ha assicurato che sarà varato un ddl ad hoc.


CONDIVIDI
Articolo precedentePrima adisce il Tar, poi lo rinnega: è abuso del processo
Articolo successivoTagli alla spesa pubblica: partire dalle consulenze è più semplice

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here