Pubblicato nel Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale di sabato (G.U. n. 71 del 24 marzo 2012 – Suppl. Ordinario n.53) il testo del Decreto Legge 24 gennaio 2012, n. 1, c.d. Decreto liberalizzazioni, coordinato con la legge di conversione 24 marzo 2012, n. 27, recante “Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività”.

Il testo coordinato viene redatto dal Ministero della giustizia al sol fine di facilitare la lettura delle disposizioni del decreto legge così come integrate con le modifiche apportate dalla legge di conversione.

Qui il testo a fronte del decreto legge originale  e quello uscito dalla Camera dei Deputati il 22 marzo scorso.


Tra le novità per professionisti segnaliamo l’ abrogazione delle tariffe professionali, che potranno essere utilizzate ancora per 100 giorni, come parametro sia da i giudici nei casi di liquidazione dei compensi professionali per via giudiziale, sia da i professionisti stessi come riferimento per la determinazione del compenso e la possibilità di creare una società tra professionisti con limite al 33% di partecipazione per chi non è iscritto ad albi o ordini.

In fase di conversione in legge è stato eliminato l’obbligo di preventivo scritto da parte dei professionisti, inizialmente inserito all’interno del decreto.

Tra le altre modifiche  ricordiamo anche l’esclusione  della Protezione civile dalla gestione gli appalti per i grandi eventi e l’introduzione del rating legalità per le imprese.


CONDIVIDI
Articolo precedenteSi può seppellire un feto morto, mai nato?
Articolo successivoAnm, Sabelli nuovo presidente

3 COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here