(Ma chi sa se lo sai)
“Poi la notte col suo silenzio regolare
quel silenzio che a volte sembra la morte
mi dà il coraggio di parlare
e di dirti tranquillamente
di dirtelo finalmente che ti amo
e che di amarti non smetterò mai
così adesso lo sai, così adesso lo sai”

(Quale allegria)
“Con allegria
far finta che in fondo in tutto il mondo
c’è gente con gli stessi tuoi problemi
e poi fondare un circolo serale
per pazzi sprassolati e un poco scemi
facendo finta che la gara sia
arrivare in salute al gran finale”

(Camion)
“ma se mi dai un attimo meglio se io mi prendo un attimo meglio
se noi usciamo dal traffico ci allontaniamo ci fermiamo
come è distante come è distante anche da te presempio
prendi quel camion no quello quello più grande che c’è
ne servono altri cento per portar via quel che abbiamo dentro
e che nessuno sà cos’è”


(Aquila)
“che buio e’ mai questo
e cos’e’ questa forza che mi spinge
che mi costringe ad andare avanti
che cos’e’ questo trucco che mi obbliga ad uscire
cosa vedo laggiu’ o lontano
chissa’ se mio padre e mia madre mi stanno aspettando
e che razza di combinazioni trovero’
e se vale la pena a tentare”

(Vita)
“Vita io ti credo
dopo che ho guardato a lungo, adesso io mi siedo
non ci son rivincite, nè dubbi nè incertezze
ora il fondo è limpido, ora ascolto immobile le tue carezze”


CONDIVIDI
Articolo precedenteDecreto liberalizzazioni, il testo definitivo
Articolo successivoGod save cyclists! Arriva il ddl #salvaiciclisti

1 COOMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here