Il leader della Lega Nord Umberto Bossi e Roberto Maroni assieme ad una delegazione del Carroccio, ha presentato stamane in Cassazione una legge di iniziativa popolare per chiedere l’abrogazione della riforma delle pensioni introdotta dal Governo Monti con il “decreto salva Italia”.
Mi sto recando insieme ad Umberto Bossi, alla Corte di Cassazione” scrive l’ex Ministro dell’Interno sulla sua pagina facebook, “per depositare un ricorso per cancellare l’odiata riforma sulle pensioni del governo Monti. Prevedo milioni di firme a supporto dell’iniziativa”.
Il testo disegno di legge di iniziativa popolare sarà ufficializzato al prossimo Parlamento della Padania del 17 marzo.


CONDIVIDI
Articolo precedenteDecreto semplificazione fiscale: il testo definitivo
Articolo successivoDecreto liberalizzazioni: il Senato ha approvato il testo del Governo

5 COMMENTI

  1. quando la raccolta delle firme contro la riforma delle pensioni?
    si raccoglieranno a milioni. forza.

  2. Non è onesto cambiare le regole del gioco dopo che si è iniziato a giocare. Mi hanno spostato l’età pensionabile, ed io adesso che faccio nei due anni che mi hanno rubato? Con cosa campo considerato che di lavoro non ce ne è più? Mi faccio fuori quei 4 soldi che ho messo da parte e poi? Non so se qualcuno ha fatto i conti, ma a me ad esempio sono 40.000 euro che mi hanno confiscato. E poi, per che cosa? Per garantire lo stipendio a qualche senatore o politico per un paio di mesi? Questo governo abusivo sta comportandosi come un dittatore.
    Ho letto che la Lega ha presentato Ricorso in Cassazione, speriamo che qualcuno capisca la situazione che questi professori da 4 soldi hanno creato.
    Vogliono salvare l’Italia sulla pelle di noi del ’52 e del ’53? Perchè non chiedono un contributo anche a tutti i pensionati che percepiscono pensioni oltre i 2000 euro? Perchè quelli sono Diritti Acquisiti e quindi non si toccano? E i nostri che erano Diritti Quasi Acquisiti invece si possono depredare???? Ladri !!!
    Se rimane tutto così e non cambia nulla, allora spero che li spendano tutti in medicine.

  3. Non si può far cassa sulle pensioni, non si possono cambiar le regole quando oramai si è sul traguardo.
    Questo governo chiamato tecnico a parer mio non ha nessuna delega da parte dei cittadini a fare qualsiasi riforma;
    Tutti i politici che hanno preso parte a questa iniziativa balorda ne pagheranno le dovute conseguenze.
    Monti = tasse tasse tasse tasse = prima andate via meglio èììììììì

  4. Il governo Monti e stato messo dai politici non avevano il coraggio di fare queste riforme per non perdere i voti politici io spero che L’italia abbia capito che razza di politica ci sia in Italia
    pensano solo alla loro tasca con la scusa dei giovani ci riducono in bolletta e senza tutele però le loro tutele non si toccano Italiani ci doviamo svegliare ci stanno prendendo per i fondelli

  5. Riforma delle pensioni Monti è stata scritta solo per non pagare, e specialmente i più poveri.
    Dentro questa legge sono 3 barriere che deve passare un cittadino per prendere una pensione di vecchiaia in Italia.
    1) L’età,
    2) 20 anni di contributi,
    3) L’assegno sociale come limite inferiore della pensione.
    Se hai raggiunto l’età necessaria non ti danno la pensione se non hai versato 20 anni di contributi.
    Se hai l’età necessaria e 20 anni di contributi non ti danno la pensione se cifra della pensione e sotto 1.2 dell’assegno sociale. Questo è un fatto molto penalizzante.
    Siccome la riforma Monti calcola la pensione con sistema contributivo, che è penalizzante per tutti nella cifra finale della pensione, i più malpagati, poveri e disgraziati che hanno raggiunto l’età e 20 anni di contributi non prendono la pensione.
    Nella riforma delle pensioni è previsto il tetto minimo ma non è previsto un TETTO MASSIMO della pensione che lo stato eroga ai suoi impiegati.
    Nella riforma è previsto allungamento dell’età pensionabile con la speranza della vita che un elemento di incertezza e di probabilità. Ma negli anni di contributi non è previsto LA SPERANZA DI TROVARE LAVORO. Il posto fisso è un sogno per le nuove generazioni.
    Penso, che l’età anagrafica e la condizione più che sufficiente per prendere una pensione di vecchiaia calcolato sui contributi effettivi versati.
    Non ha senso di mettere 20 anni di contributi.
    Un tetto massimo della cifra della pensione deve essere ma non un tetto minimo.
    Tutte le altre barriere sono cose che non fanno onore alla persona umana.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here