Ogni tanto su qualche giornale si leggono notizie così strane che il dubbio che siano delle bufale è fortissimo. Sarà mai vero che in Israele è vietato portare orsi sulla spiaggia? Che in Thailandia è vietato uscire di casa senza mutande? Che in Francia è vietato baciarsi sulle rotaie (un divieto, per altro, abbastanza plausibile)? E a proposito di Francia, lo sapevate che una vecchia norma da poco abrogata prevedeva che a Parigi le donne non potessero indossare i pantaloni senza l’autorizzazione della polizia? La cosa più incredibile è che il regolamento della polizia francese prevedeva, contemporaneamente, l’obbligo di farli indossare alle poliziotte!

I siti WEB – per loro non sempre natura affidabili – riportano una serie di leggi straniere che appaiono a prima vista incredibili. È probabile che siano solo delle bufale che si moltiplicano come le cellule nelle metastasi e che acquistano parvenza di veridicità con la ripetizione a catena. Il fenomeno è particolarmente evidente per ciò che attiene agli Stati Uniti d’America da dove provengono, oltre che le maggiori novità in quasi tutti i campi, anche le stranezze più originali, tant’è che nel secondo dopoguerra si coniò il termine ‘americanata’ (oggi in disuso) per indicare qualcosa di molto stravagante e nello stesso tempo appariscente. Ecco quindi – di seguito – per la delizia del lettore, e senza alcuna pretesa di fondatezza – una serie di ‘americanate’ legislative ripartite per Stati.

Arizona – È proibito fare sesso in un’auto che abbia una gomma a terra (25 dollari di multa). Se si fa sesso in una macchina con una gomma sgonfia e in movimento, la multa sale a 50 dollari. È proibito sorridere in pubblico se manca più di un dente dalla bocca.


Colorado – È proibito maltrattare i topi. È illegale prestare l’aspirapolvere al vicino di casa.

Nevada – Gli uomini con i baffi non possono baciare una donna. Si possono fare scommesse su qualsiasi squadra tranne che sulla University of Nevada.

Utah – È proibito possedere pinze.

Idaho – È vietato regalare scatole di canditi che pesino più di 22 kg. I poliziotti non possono avvicinarsi alle macchine e bussare al finestrino se sospettano che all’interno si stia consumando un rapporto sessuale: devono fermarsi ad una certa distanza, suonare il clacson tre volte e aspettare due minuti prima di procedere al controllo.

Wyoming – È proibito fare sesso in piedi, se ci si trova nella cella frigorifera di un negozio.

Oregon – Un marito non può bestemmiare mentre fa l’amore con la moglie.

Washington – Ogni automobilista che abbia intenzioni criminali è tenuto a telefonare al capo della polizia per avvertirlo del suo arrivo in città.

Texas – È proibito camminare a piedi nudi senza licenza. È vietato allevare alligatori in casa.

Illinois – È illegale spogliarsi completamente durante il giorno anche se si sta facendo il bagno. È proibito offrire sigari accesi a cani e gatti. È illegale mangiare in un luogo in cui è in corso un incendio.

Oklahoma – Gli uomini che fanno la ‘faccia brutta’ ai cani vengono puniti con il carcere.

Arkansas – Un uomo può picchiare la moglie, ma non più di una volta al mese.

Tennessee – È illegale sparare ad animali mentre si guida, tranne nel caso di una balena.

North Dakota – Nei bar è proibito servire insieme birra e ciambelle salate.

Wisconsin – È illegale per un uomo estrarre la pistola nel momento in cui la moglie sta avendo un orgasmo.

Nebraska – Se un bambino rutta durante la messa, i suoi genitori vengono arrestati.

Certo che se anche una sola di queste norme fosse vera, saremmo in buona compagnia!


CONDIVIDI
Articolo precedenteTessera tifoso: per il Consiglio di Stato è cartellino giallo!
Articolo successivoManovra Monti all’esame della Camera: si chiede la fiducia

1 COOMENTO

  1. Le citazioni delle americanate legislative sembrano tratte da un libro di Woody Allen. Ho trovato esilarante l’esclusione della balena nel Tennesse quale esempio di esimente impossibile (il Tennessee non ha sbocchi al mare…). Purtroppo le “norme” citate non esistono anche se sono simpatiche e non danno fastidio e quindi noi restiamo soli con la nostra legislazione del menga.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here