Tracciabilità col doppio binario, prorogata almeno sino all’1 giugno 2012, per gli enti e le imprese del quinto scaglione.

Il decreto Sviluppo, decreto Legge n. 70 del 13 maggio 2011 è stato convertito, sebbene con alcune importanti modifiche, con la Legge n. 106 del 12 luglio 2011, pubblicata in Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n. 160 del 12.07.2011.

La legge di conversione è entrata in vigore il giorno successivo a quello di pubblicazione: cioè il 13 luglio 2011.


Tra le modifiche, occorre segnalare, in tema di tracciabilità dei rifiuti, l’aggiunta – al comma 2 dell’art. 6 – della lettera f-octies) con la quale è stato disposto che il doppio binario di tracciabilità (cartaceo + SISTRI) venga prorogato, con successivo decreto ministeriale da adottarsi entro l’ 11 settembre 2011, almeno all’1 giugno 2012.

Tale proroga è prevista però solo per i soggetti appartenenti al quinto scaglione di cui al DM Ambiente del 26 maggio 2011, cioè i produttori di rifiuti speciali pericolosi che abbiano sino a 10 dipendenti, nonche’ i produttori iniziali di rifiuti pericolosi che effettuano operazioni di raccolta e trasporto dei propri rifiuti pericolosi in quantita’ non eccedenti trenta chilogrammi o trenta litri al giorno, che abbiano sino a 10 dipendenti.

Dunque, per tali soggetti, è certo che sino almeno all’1 giugno 2012 dovranno tracciare sia con i formulari (e registro di carico e scarico) che con il SISTRI, ma il mancato utilizzo di quest’ultimo non potrà essere sanzionato.


CONDIVIDI
Articolo precedenteIn Gazzetta la legge 112 del 2011: nasce il Garante per l’infanzia
Articolo successivoPubblico impiego, la ricerca infinita del giudice competente

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here