Referendum, si vota oggi dalle 8 alle 22 e domani dalle 7 alle 15. Alle 12, saranno resi noti i primi risultati sull’affluenza alle urne.

Non si raggiunge il quorum dal 1995.

Delle quattro principali cariche istituzionali, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha dichiarato che andrà a votare (“io sono un elettore che fa sempre il suo dovere“). Il presidente del Senato Renato Schifani ha parlato di “sacralità” di tutte le forme di partecipazione democratica e andrà a votare nella sua città, Palermo. Anche il presidente della Camera Gianfranco Fini ha dichiarato che andrà a votare. Il presidente Consiglio Silvio Berlusconi ha invece dichiarato che non andrà a votare.


Questi i quesiti referendari:

– referendum n. 1 (scheda di coloro rosso)
Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica. Abrogazione

– referendum n. 2 (scheda di coloro giallo)
Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito. Abrogazione parziale di norma

– referendum n. 3 (scheda di coloro grigio)
Nuove centrali per la produzione di energia nucleare. Abrogazione parziale di norme;

– referendum n. 4. (scheda di coloro verde)
Abrogazione di norme della legge 7 aprile 2010, n. 51, in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei Ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale, quale risultante a seguito della sentenza n. 23 del 2011 della Corte Costituzionale.

Nel sito del Ministero dell’Interno i risultati in tempo reale.

Su Leggi Oggi il dossier sui referendum.


CONDIVIDI
Articolo precedenteMario De Mauro, 41 anni dopo la morte del giornalista, depositata la sentenza di primo grado
Articolo successivoSentenza De Mauro, la prima vittima: la verità

1 COOMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here