La Camera ieri ha approvato in via definitiva il ddl di conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 marzo 2011 n. 34, recante disposizioni urgenti in favore della cultura, in materia di incroci tra settori della stampa e della televisione, di razionalizzazione dello spettro radioelettrico, di moratoria nucleare, di partecipazioni della Cassa depositi e prestiti, nonché per gli enti del Servizio sanitario nazionale della regione Abruzzo.

Con 301 voti favorevoli e 280 contrari, la Camera prova a far venire meno l’interesse al referendum sull’energia atomica.

Tocca adesso alla Corte di Cassazione stabilire, ma dopo la promulgazione e la successiva pubblicazione in Gazzetta del ddl, se le nuove norme rendano o meno inutile lo svolgimento del referendum sul nucleare.

Qui il testo integrale del decreto legge, con le modifiche apportate in sede di conversione

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome