Oggi 31 marzo è l’ultimo giorno utile per l’adozione o l’aggiornamento del DPS (Documento Programmatico sulla Sicurezza) o delle misure semplificate (autocertificazione).

Il DPS è previsto dall’art. 34, lett. g), del Codice per la protezione dei dati personali insieme alle altre misure minime di sicurezza, mentre le misure semplificate sono previste dall’art. 34, comma 1-bis.

E’ noto che la tenuta e l’aggiornamento annuale del documento programmatico sulla sicurezza (DPS) rientra tra le misure minime previste dal Codice della Privacy a carico di aziende, liberi professionisti, enti o associazioni, in caso di trattamento di dati personali effettuato con strumenti elettronici.


I contenuti del documento sono previsti dal Disciplinare tecnico in materia di misure minime di sicurezza.

Il DPS può essere sostituito da un’autocertificazione, solo “per i soggetti che trattano soltanto dati personali non sensibili  e che trattano come unici dati sensibili quelli costituiti dallo   stato   di   salute   o  malattia  dei  propri dipendenti  e collaboratori  anche  a  progetto,  senza  indicazione della relativa diagnosi,  ovvero  dall’adesione  ad  organizzazioni  sindacali  o  a carattere   sindacale” (art. 19 cit. co. 1-bis).

Per ulteriori approfondimenti, si rimanda al precedente articolo, Prossima la scadenza degli adempimenti sulla privacy


CONDIVIDI
Articolo precedenteLa “casta” dei parlamentari e il codice penale
Articolo successivoL’ordinanza “About Elly” e la direttiva 2000/31/CE

1 COOMENTO

  1. […] l’esonero dall’obbligo di predisposizione del documento programmatico per la sicurezza (DPS) “Per i soggetti che trattano soltanto dati personali non sensibili e che trattano come unici […]

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here