La normativa che in Italia disciplina permessi, congedi, sgravi fiscali, assegni d’invalidità, pensione d’inabilità, pensione anticipata, è la Legge 104/92.

Legge 104: cosa si intende per “handicap grave”?

Per beneficiare delle agevolazioni previste dalla Legge 104, è necessario possedere un handicap grave: minorazione fisiche, psichiche o sensoriali, in situazioni stabilizzate oppure progressive, che siano causa di difficoltà di apprendimento e di integrazione.

Nonostante si possa essere portatori di handicap e contemporaneamente invalidi, l’invalidità, a differenza dell’handicap, non implica una condizione di svantaggio che deriva da una menomazione o da una disabilità, riferendosi soltanto alla riduzione delle capacità lavorative.

Applicare la legge 104/1992

Applicare la legge 104/1992

Marta Bregolato, 2015, Maggioli Editore

Questa nuovissima Guida pratica sull’applicazione della Legge n. 104/92 - Legge-quadro dedicata interamente alle persone affette da handicap (diritti per l’integrazione sociale, per assicurarne l’assistenza e la tutela e per...



Chi ha diritto alle agevolazioni?

Per ottenere le agevolazioni previste, deve essere riconosciuto lo stato di disabilità. A seguito dell’ottenimento del certificato medico, per chiederne il riconoscimento è necessario recapitare, tramite il sito dell’INPS, il Contact Center, o tramite Patronato, l’istanza di accertamento dei requisiti sanitari. Nonostante le due condizioni di handicap e di invalidità diano diritto ad agevolazioni divergenti, la procedura per ottenerne il riconoscimento rimane la medesima.

Affinché l’istanza di riconoscimento dello stato di handicap venga accolta, il richiedente ha l’obbligo di sottoporsi ad accertamenti sanitari da parte di una specifica commissione ASL, che a sua volta deve essere coadiuvata dalla presenza di un medico dell’INPS.

Qualora il soggetto disabile non riesca a muoversi, con apposita richiesta da parte del proprio medico curante, la Commissione medica può recarsi direttamente al rispettivo domicilio per svolgere gli accertamenti sanitari richiesti.

Legge 104: come cambiano le agevolazioni?

A seconda del diverso grado di handicap e di invalidità che viene riconosciuto, cambiano le agevolazioni conseguibili. Nello specifico:

  • l’handicap può essere non grave, in situazione di gravità o superiore ai due terzi;
  • l’invalidità viene riconosciuta in valore percentuale sicché per ottenere dei benefici, la percentuale d’invalidità deve essere superiore al 33,33%, vale a dire che la capacità lavorativa deve essere ridotta di un terzo.

Invalidità e Pensione anticipata: come ottenerla?

I lavoratori che risultano invalidi oltre il 75%, a partire dalla data del riconoscimento, hanno diritto a 2 mesi annui di contributi figurativi aggiuntivi, per riuscire ad andare in pensione anticipatamente, restando fisso a 5 anni l’anticipo massimo consentito.

I lavoratori che hanno un’invalidità superiore all’80% hanno diritto ad accedere alla pensione di vecchiaia anticipata. Per accedervi sono richiesti almeno 60 anni di età per gli uomini e 55 per le donne, a cui si aggiungono gli adeguamenti alla speranza di vita: fino al 31 dicembre 2015, i requisiti sono 55 anni e 3 mesi per le donne e 60 anni e 3 mesi per gli uomini, dal 1° gennaio 2016 invece saliranno rispettivamente a 55 anni e 7 mesi e 60 anni e 7 mesi. Per incassare l’assegno si dovrà poi aspettare, dal momento in cui maturano i requisiti, una finestra temporale di 12 mesi.

Legge 104: come si usano i permessi di lavoro?

Chi assiste un familiare convivente, sempre portatore di handicap grave, secondo la Legge 104 ha la possibilità di richiedere un congedo straordinario retribuito (richiesto anche in modalità frazionata) che può durare al massimo 2 anni nel corso dell’intero arco della vita lavorativa.

L’agevolazione, in tal caso, spetta prima al coniuge che convive con il disabile, poi ai genitori, ai figli conviventi, ai fratelli/sorelle conviventi e, infine, agli altri parenti o affini fino a raggiungere il terzo grado, purché conviventi, nonostante con una recente sentenza la Cassazione abbia dichiarato non indispensabile il requisito della convivenza.

Stando a quanto previsto dalla Legge 104, nel caso di figlio disabile (portatore di handicap grave), il lavoratore ha facoltà di usufruire di 2 ore di permesso giornaliero indennizzato per assisterlo, oppure di 3 giorni mensili di permesso retribuito. Qualora il figlio disabile abbia meno di  12 anni, il lavoratore può fruire del prolungamento del congedo parentale, o di riposi alternativi al prolungamento.

Giorni di permesso: sono frazionabili in ore?

Poiché a legge non prevede esplicitamente che il periodo di permesso in questione possa essere frazionato in ore anziché in giorni, non tutti i lavoratori possono usufruire di tale possibilità.

L’Inps ha previsto che i permessi possano essere frazionati in ore nel caso in cui i contratti collettivi di categoria prevedano e regolamentino tale possibilità. E’ stato quindi posto un limite al numero di ore mensili di cui è possibile fruire: per i dipendenti che lavorano 36 ore settimanali in sei giorni lavorativi, tale limite è di 18 ore.

Inoltre, tale possibilità può essere negata dal datore di lavoro nei casi in cui determini problemi organizzativi per l’impresa o l’amministrazione.

È possibile scegliere la sede di lavoro più vicina a casa? Per chi?

Il dipendente (del settore privato) portatore di handicap grave o che assiste un parente che versa in analoga condizione, ha diritto a scegliere la sede di lavoro più vicina al proprio domicilio, a patto però che non subentrino ragioni contrarie motivate dall’azienda. Un dipendente pubblico, in modo particolare i lavoratori della Pubblica Amministrazione, che possiede un’invalidità superiore a due terzi, ha diritto di scelta prioritaria tra le sedi disponibili.

A ciò si aggiunge che il soggetto portatore di handicap grave, o il lavoratore che assiste un familiare nella medesima condizione, non può venire trasferito dall’azienda presso un’altra sede contro la sua volontà, indipendentemente dall’esistenza di ragioni motivate dall’azienda stessa.

A chi spetta l’assegno di invalidità?

L’assegno ordinario d’invalidità spetta a coloro che possiedono una riduzione della capacità lavorativa riconosciuta superiore al 67%, nel caso in cui soddisfino tali requisiti: 5 anni di contributi versati, di cui almeno 3 anni nel corso degli ultimi 5 anni.

A chi spetta la pensione di invalidità?

La pensione d’invalidità, o assegno d’invalidità civile, configura una prestazione assistenziale che quindi spetta in maniera svincolata dal versamento di contributi, nel caso in cui l’invalidità riconosciuta superi il 74%. Per poter ottenere l’assegno, però, il reddito posseduto, per l’anno 2015, non deve superare i 4.805,19 euro.

Pensione di Inabilità: come funziona per i lavoratori del settore privato?

Il lavoratore privato, per aver diritto alla pensione d’inabilità, non dovrà possedere l’inabilità alla singola mansione lavorativa, dovendo invece possedere la totale inabilità, riconosciuta dall’apposita Commissione medica dell’INPS, a svolgere qualsiasi tipo di attività. Sarà inoltre tenuto ad avere almeno 5 anni di contribuzione, di cui 3 versati negli ultimi 5 anni (in caso contrario, il diritto sarà riferito alla sola pensione per invalidi civili totali).

Legge 104, tasse e detrazioni: quali sono le agevolazioni fiscali?

Il fatto di essere possessori di handicap e di invalidità non dà diritto ad aliquote differenti o scaglioni, dando però diritto ad alcune agevolazioni fiscali, tra cui deduzioni e detrazioni relative a particolari tipologie di spese.

-Detrazione per acquisto di un veicolo

Sono 4 le agevolazioni previste per l’acquisto di veicoli per disabili: detrazione dall’Irpef del 19% del costo del veicolo (fino a 18.075,99 euro); Iva al 4% sull’acquisto del veicolo; esenzione perpetua dal bollo auto; esonero dall’imposta di trascrizione sui passaggi di proprietà.

Le agevolazioni, applicabili anche alle riparazioni, sono valevoli per: autovetture, autoveicoli specifici e per il trasporto promiscuo, autocaravan, motocarrozzette, motoveicoli per il trasporto promiscuo e motoveicoli specifici.

– Detrazione Irpef maggiorata

I genitori che hanno a carico figli con handicap grave secondo la Legge 104 hanno diritto ad una detrazione fiscale maggiorata di 400 euro, rispetto alla detrazione ordinaria per figli a carico.

– Detrazione spese di assistenza specifica

I familiari che hanno a carico un soggetto disabile grave hanno diritto a dedurre integralmente dal reddito le spese di assistenza specifica, intendendo per quest’ultime, oltre all’assistenza infermieristica e riabilitativa, le prestazioni degli OSS, degli educatori professionali, dei coordinatori di attività assistenziali di nucleo, degli addetti all’assistenza di base e di quelli all’attività di animazione e terapia occupazionale.

– Detrazione spese sanitarie

Tra le spese sanitarie detraibili per i disabili, sia per il portatore di handicap che, alternativamente, per i familiari che lo hanno a carico, è possibile includere anche:

  1. a) l’acquisto di poltrone per inabili e minorati;
  2. b) l’acquisto di mezzi d’ausilio alla deambulazione;
  3. c) le spese mediche specialistiche a favore del disabile;
  4. d) l’acquisto di apparecchi correttivi e di altri specifici ausili.

– Detrazione spese per l’abbattimento delle barriere architettoniche

Le spese per l’abbattimento delle barriere architettoniche, così come l’acquisto e l’installazione di un ascensore o la costruzione di apposite rampe, beneficiano di una detrazione Irpef pari al 36%. Tuttavia, la detrazione può essere fruita solo sull’eccedenza della quota di costo su cui la detrazione per ristrutturazione edilizia è già stata utilizzata.

– Detrazione del costo d’acquisto di mezzi tecnici ed informatici

I soggetti portatori di handicap grave, o chi li ha a carico, hanno diritto alla detrazione Irpef del 19% del costo d’acquisto di mezzi tecnici ed informatici, tra cui pc, fax, modem, tablet, cellulari; godendo inoltre tali strumentazioni anche dell’applicazione dell’Iva agevolata al 4%.

– Tasse sull’eredità

I soggetti portatori di handicap grave secondo la Legge 104 non hanno diritto a beneficiare di un’esenzione dell’imposta sulle successioni e le donazioni, avendo però diritto ad una franchigia di 1.500.000 euro. Il valore del patrimonio ereditato, quindi la base imponibile, andrà decurtato dalla stessa franchigia, dovendo poi essere pagato il tributo sulla differenza.

– Assegno al nucleo familiare maggiorato

Ai lavoratori che hanno in famiglia soggetti inabili, se hanno diritto agli assegni al nucleo familiare, vanno riconosciuti importi mensili maggiorati in quanto vale l’applicazione di tabelle più favorevoli rispetto a quelle applicate per le famiglie che invece non contano al loro interno membri disabili.

– Visita fiscale

Soltanto i beneficiari della Legge 104 la cui disabilità risulta connessa alla patologia per la quale ci si assenta dal lavoro, risultano esonerati dalla visita fiscale. Nel caso in cui, invece, la patologia non sia collegata all’assenza dal lavoro, il dipendente può essere sottoposto alla visita fiscale al pari degli altri.

Soggetti non autosufficienti: quali sono le agevolazioni?

Le persone non autosufficienti hanno una diversa condizione sia rispetto ai portatori di handicap che rispetto agli invalidi: una persona non è autosufficiente, infatti, quando non è in grado di compiere le azioni della vita quotidiana in maniera autonoma.

In tal caso, a differenza dei disabili, le spese per l’assistenza, sia specifica che generica, possono essere detratte dall’Irpef (sia da parte del soggetto, che dei familiari che lo hanno a carico), fino a 2.100 euro l’anno, a condizione però che il reddito non risulti superiore a 40mila euro, essendo comunque sempre necessario un certificato che attesti la condizione di non autosufficienza.

Applicare la legge 104/1992

Applicare la legge 104/1992

Marta Bregolato, 2015, Maggioli Editore

Questa nuovissima Guida pratica sull’applicazione della Legge n. 104/92 - Legge-quadro dedicata interamente alle persone affette da handicap (diritti per l’integrazione sociale, per assicurarne l’assistenza e la tutela e per...



80 COMMENTI

  1. Sono dipendete presso azieda sanitaria asl assunta come categoria protetta i.c 60% ho la 104 comma 2 x me stessa posso usufruire di determinate agevolazioni ?cosa significa esclusione dalla movimentazione mrc/p ex Dlg68/99 grazi x la vs risposta.

  2. sono riconosciuto invalido (104) con esiti di poliomielite arto inferiore destro, sto acquistando un auto adattata alla mia invalidità e il concessionario (seguendo le indicazioni del PRA) non mi riconosce l’esenzione dell’IPT, poiché non essendoci scritto sul certificato della Commissione Sanitaria per l’Accertamento dell’Handicap, la frase ” ridotte o impedite capacità motorie permanenti ” ma soltanto la diagnosi della mia invalidità (che essendo una poliomielite e costretto a deambulare con stampelle) non la ritiene idonea per l’esenzione.

    Tutto questo è possibile?

  3. ho una domanda ai fini pensionistici chi assiste un disabile grave usufruendo del congedo biennale ha diritto ad avere i due mesi ogni anno recuperando sullaspettativa di vita

  4. HO MIO SUOCERO CON UN TUMORE ALL’INTESTINO ,POSSIAMO OTTENERE LA LEGGE 104 .PER PERSONA IN GRAVITA’?

  5. Beneficio della 104 art.3 comma 1. Sono Inv. Civ. al 100% grave. Ho 69 anni. Vivo con mio figlio. Vorrei sapere esattamente quali sono i miei diritti, e i benefici per mio figlio che lavora. Grazie

  6. legge dai principi sani e giusti, ma spesso abusati e sfruttati al posto di lavoro, a danno dei colleghi …

  7. dipendente pubblico che usufruisce della legge 104 per curare il padre malato oncologico deve recuperare i giorni di permesso ai fini della pensione ?

  8. buongiorno avrei una domanda mio padre invalido civile al 100 per 100 io usufruisco della legge 104 ai fini pensionistici i contributi vanno recuperati oppure no ?

    marilena

  9. Mia madre ha l.104.92 art 3 comma3 Io che sono il figlio ne beneficio.Posso usufruire dei 2 anni di congedo straordinario non essendo convivente dopo recente sentenza cassazione?.X mia moglie che secondo I calcoli va in pensione fra 3 anni con la invalidita’ superiore al 60 per cento puo’ andare prima senza perdere nulla?.

  10. buongiorno, potreste dirmi se legge 104prevede agevolazioni per le visite specialistiche in Italia e all’estero ? grazie

  11. Buongiorno vorrei sapere se nei 3 giorni mensili che fruiscono della 104 per mio figlio disabile maturo i contributi per la pensione ?

  12. salve, a mia madre e’ stata riconosciuta la legge 104. Ne usufruiro’ io.Mia nadre abita a Napoli io a Pistoia ,oltre ai biglietti del treno o il tickets che rilascia l’autostrada e che attesti che nei giorni che usufruisco del beneficio devo portare anche il certificato medico? La scuola dove lavoro sostiene di si.

  13. salve ho una madre di quasi 93 anni che ha avuto la frattura di un polso di recente la lesione al bacino non puo camminare e non puo’ alzarsi dal letto se non con la carrozzina e’ in completa demenza senile constatata da uno specialista neurologo della asl cosa posso fare per beneficiare della 104 ? grazie

  14. Buongiorno ho un figlio di 35 anni affetto da paraplegia a causa di un incidente sul lavoro. Per questo motivo gode di una indennità INAIL volevo sapere se posso richiedere l’assegno nucleo familiare per questo figlio. Grazie
    Cordiali Saluti

  15. Buona sera avrei una domanda mio marito vorrebbe usare la legge 104 per la nostra nipotina solo per andare la prendere alle 16 dall’asilo visto che il suo papa ha gia attivo la legge 104 per se stesso. La nostra nipotina e sotto la nostra residenza e possibile. Ci sono delle richieste da fare specifiche.
    Grazie
    Cordiali Saluti

  16. Buonasera io sono affetto da sclerosi multipla dal 1998. Fortunatamente riesco a svolgere quasi tutte le funzioni lavorative avendo un EDSS a 2
    Purtroppo come spesso accade questa malattia è poco considerata ed anche se non visibile arrivo alla sera con molta stanchezza che portano a svolgere il mio lavoro non al 100%
    Volevo capire se ho diritto ad avere dei permessi durante il mese, premetto che non sono dipendente, grazie alla legge 104
    Grazie Emanuele

  17. Buongiorno, è possibile usufruire dei permessi per la legge 104/92, per due persone contemporaneamente? nello specifico la madre ed una zia? Quindi 3+3 giorni al mese? grazie

  18. buongiorno, usufruiscodella 104 per mia sorella e vorrei sapere se il giorno che viene dimessa dall’ospedale posso usufruire della 104 ad ore per andarla a riprendere oppure essendo per lei ancora una giornata di ricovero non posso usufruire della 104? Grazie

  19. buongiorno, mia sorella invalida all’85% è un lavoratore dipendente. Non vuole usufruire della 104 per se stessa ma vuole cederla a me affinché l’assista quando è in ferie. È possibile?

  20. Buongiorno, io avrei una domanda riguardante l’assegno di invalidità, io ho 84 punti di invalidità il problema è che appena ho iniziato a lavorare (ormai 20 anni fà) mi è stato subito tolto l’assegno di invalidità dicendomi che dovevo avere un reddito lordo annuo di circa 5000€.
    ora leggendo il vostro articolo trovo questo:

    A CHI SPETTA L’ASSEGNO DI INVALIDITA’?

    L’assegno ordinario d’invalidità spetta a coloro che possiedono una riduzione della capacità lavorativa riconosciuta superiore al 67%, nel caso in cui soddisfino tali requisiti: 5 anni di contributi versati, di cui almeno 3 anni nel corso degli ultimi 5 anni.

    allora posso richiede anche io l’assegno di invalidità visto che sono già 14 anni che ho aperto una ferramenta snc e che verso regolarmente tutti i contributi?
    posso richiedere gli arretrati?

    spero di ricevere una vostra risposta,

    cordiali saluti

  21. Buongiorno, io lavoro e sono invalido al 46%, vivo con i miei genitori, di 76 e 81 anni che hanno un’invalidità superiore, entrambi, al 75%, in più ho una prozia di 94 anni che abita a 300 mt da casa mia invalida al 100%, vorrei sapere, dato che non ho mai fatto nessun tipo di domanda per la 104, cosa mi spetterebbe, che documenti devo presentare e dove devo presentarli se posso avere qualche agevolazione.

    Grazie dell’attenzione e buon lavoro
    Fabrizio

  22. salve per richiedere la 104 devono essere d’accordo tutti i gigli o basta la maggioranza dei figli nel mio caso siamo 6 figli 4 sono d’accordi e due no

  23. Salve, sono docente universitario e assisto mia madre disabile. Posso chiedere il trasferimento ad una sede universitaria più vicina dato che ora la mia università é a 100km da casa?

  24. se prendo un giorno di permesso per assistere a mio suocero disabile, quanto tempo devo restare con lui durante la giornata?
    sono docente infanzia

  25. buonasera vorrei saper se io posso usufruiere dei tre giorni di permesso ho un bambino di 11 anni con un dsa e un verbale inps che mi dicono articolo3 comma 1.

  26. Sono un’insegnante di scuola primaria, non convivente con la persona disabile e residente
    a circa 4 Km. di distanza, da essa.
    Posso usufruire di un congedo straordinario di un mese intero, per assistere il genitore
    disabile di cui alla Legge n. 104. non perdendo il beneficio dei tre giorni mensili?
    Distinti saluti.

  27. Salve, sono un insegnate di scuola media possiedo la 104 di mia madre, già ho fatto richiesta per assentarmi un’anno però risiedo nello stesso paese con residenza diversa , bisogna cambiare residenza o basta solo una dichiarazione di domicilio? a livello contributivo e pensionistico cosa succede?

  28. Buongiorno, posso chiedere se è possibile che un beneficiario della legge 104 possa alternativamente usufruirne con uno o piu’ altri soggetti ? grazie

    LEONARDO da Fontana Liri _FR_

  29. Chi usufruisce della 104 per assistere i genitori ,a fine carriera deve recuperarli posticipando la pensione di 1 anno oppure di quanto ne ha usufruito

  30. Buonasera,sono un’insegnante di scuola media da 37 anni ed ho la 104 per mia madre che ne ha 98 ed è invalida grave. Già in precedenza ho preso due mesi interi e mi hanno fatto cambiare la residenza nello stesso posto dove vive mia madre (io vivo ed insegno in un paese a 30 minuti di distanza ) ora vorrei prendere un anno perché la situazione si è aggravata ma mi hanno detto in segreteria che poi non mi vengono riconosciuti i contributi e quindi o devo versarmeli io oppure devo ritardare l’andata in pensione di un anno. È possibile questa cosa? Ci sono davvero queste trattenute dei contributi? E c’è sempre l’obbligo della residenza dove vive il disabile? Grazie per volermi rispondere e saluti cordiali.

  31. Buongiorno, : la figlia impiegatapubblica (60 anni) che ha un genitore (84 anni) con la Legge 104, e lo asssiste, matura i contributi ai fini della pensione?

  32. Bongiorno Avevo invalidità civile di 46/100 è volevo sapere se ci lo diritto di tre giorni al mise gratis

  33. Posso assistere e godere dei 3 gg. per assistenza, grazie alla legge 104, a mio cognato? (il marito della sorella di mia moglie).

  34. Buonasera io ho una bambina con invalidità al 100 % e usufruisce della legge 104 vorrei sapere se devo pagare per mettere l’apparecchio hai denti

  35. salve mia madre ha l’invaliditá al 100%, con halzeimer, e avrebbe necessità di avere una persona al suo fianco 24 ore su 24, io vivo con lei gia da quattro anni ma non dispongo della residenza nella sua casa, lei ha la legge 104 che mi garantisce 3 giorni al mese di permesso dal lavoro, ma le sue condizioni sono peggiorate , come posso fare per prendere due anni di aspettativa.
    grazie.

    se

  36. Ho subito una mastectomia per carcinoma al seno sinistro,ho fatto chemioterapia, sono un’insegnante di ruolo, mi è’ stata riconosciuta invalidita’ all’80% rivedibile nel 2018 è portatrice di handicap art3 comma1, vorrei sapere quali sono i benefici e agevolazioni di cui posso usufruire nella scuola?Grazie Milena

  37. Buon giorno avrei una domanda, ho mia madre invalida al 100×100 (Alzheimer) con legge 104, che vive con mia sorella in un’altra citta rispetto a me, dovrei assisterla io per 30 giorni, io vivo da solo, posso chiedere un mese di congedo straordinario per assistenza o qualcos’altro? (lavoro nella polizia penitenziaria). Grazie
    Cordiali saluti

  38. Buon giorno avrei una domanda, fruisco della l.104/art.3 (3 gg. al mese)x mio marito non autosufficiente(emiplegico, afasico, aprassico dopo rottura aneurisma celebrale) nn sono gg lavorati per cui me li pagano ma le devo recuperare? A questo punto a cosa mi serve usufruire della 104 se poi devo recuperare?
    Grazie Luciana

  39. Buongiorno sono un insegnante precario non di ruolo a Brescia avendo una sorella con disabilità psichica grave sono beneficiario della L.104, ho la residenza con il disabile e sono nello stesso stato di famiglia. La domanda è visto che i miei genitori hanno pensato di aggiungere mio fratello alla tutela di mia sorella per la riscossione della pensione nel caso loro per una qualche necessità non potessero ed io sono a Brescia, io posso continuare a beneficiare della Legge 104 oppure sono in contrasto?
    Attualmente la tutela c’è la mia madre.
    Certo di una risposta in merito, ringrazio anticipatamente.

  40. Buon giorno ho una disabilità certificata del 100/100 ma proprio oggi l’agenzia delle entrate di verona mi ha scitto che il bollo auto devo pagarlo e in più siccome ho estremo bisogno di un auto la quota dell IVA dovrò pagarla per intero HO BISOGNO DI AIUTO CHIAMATEMI GIUSEPPE 3349258660

  41. Buongiorno!
    Ho un figlio con il diabete e usufruisco della legge 104.
    Lavoro solo la mattina dalle 8.00 alle 14.00. Vorrei chiederle questo. quando prendo un giorno di permesso per portare mio figlio ad una visita o per altre sue esigenze, devo stare per forza con lui per tutta la mattinata o dopo che ha terminato le sue cose sono libero di fare altro senza che lui stia necessariamente con me?
    Grazie

  42. Commento: Buongiorno, ho due domande da porle, dal 1 novembre 2014 percepisco una pensione di invalidità civile con una percentuale dell’80%, sono nata il 24 settembre 1950 e attualmente il mio reddito è di circa 3.000 euro lordi all’anno avendo lasciato il lavoro Statale a seguito pensione anticipata causa impossibilità a svolgere nessun tipo di lavoro. Per quanto tempo potrò ancora usufruire di questo assegno di invalidità. Sono sposata e mio marito pensionato ha un reddito di circa 21.000 euro lordi all’anno.
    Sono portatore di Handicap situazione di gravità legge 104/92 Art. 3 comma 3, ho diritto ad avere il contrassegno invalidi per la sosta e transito, se si a chi devo volgere la domanda. Ringrazio per le Sue risposte e saluto cordialmente.

  43. Buongiorno, gradirei farle due domande: ho 65 anni e 8 mesi e da circa 2 anni percepisco l’assegno di invalidità civile con percentuale dell’80%, inoltre sono stata riconosciuta portatore di handicap Art. 3 comma 3.
    Per ciò che riguarda l’assegno d’invalidità quale è il termine per averne diritto, attualmente il mio reddito annuo è di circa 3.000 euro lordi all’anno, mentre per ciò che riguarda il mio handicap, ho diritto ad avere il contrassegno permesso di sosta e circolazione per invalidi?
    La ringrazio per la sua risposta e Saluto cordialmente.

  44. BUONGIORNO, AVREI UNA DOMANDA. DECORRENZA INSERITA NEL CERTIFICATO DI INVALIDITA l.104, DATATA 30 GIUGNO 2015- SPESE DA INSERIRE DA FAMIGLIARE NON A CARICO NEL 730 – POSSO DEDURRE-DETRARRE TUTTE LE SPESE SANITARIE DELL’ANNO, O SOLO QUELLE EFFETTUATE DOPO TALE DATA GRAZIE I.Ennio

  45. Un domanda ho mio padre 84 anni invalido l. 104/92 con accompagno art. 3 comma 3, io ho chiesto la residenza per potere assistere i miei genitori giorno e notte, sono dipendente pubblico; il datore di lvoro mi ha detto che avendo mamma viva dovrà fare una visita all’USL per capire se lei è in grado di assistere mio babbo, preciso che mamma è malata invalida al 100% siamo in fase di richiedere anche per lei la 104 con l’ aggravamento: Avendo mia mamma già il 100% è indispensabile portarla a visita per poter valutare se lei è in grado di assistee mio padre? o è sufficiente il 100%? e posso richiede io di fare assistenza per 2 anni retribuiti? grazie per la risposta

  46. Lavoro nel publico impiego, ho mia mamma in casa di riposo,se va in ospedale per una qualsiasi operazione e devo assisterla ho diritto a giorni di permesso? grazie Silva.

  47. Buongiorno :con invalidita’ civile al 48% quante detrazioni ha l’azienda datore di lavoro?Grazie e cordiali saluti

  48. Buon giorno, godo della legge 104 da diversi anni. Abitando in un nuovo condominio dovrei installare una tenda avvolgibile per ripararmi sia dalla luce che dal sole, considerata l’esposizione dell’alloggio sempre soleggiato.
    il regolamento del condominio non vieta e non precisa nulla. Parla soltanto del decoro a cui dobbiamo rispetto. Il tendaggio di limitate dimensioni non oscura e non danneggia nemmeno l’immagine del fabbricato. Tuttavia per opposizione dell’amministratore e di un condomino mi viene vietato. il regolamento non prevede, per particolari lavori, maggioranze speciali.
    Io ho notevoli problemi alla vista che deve essere protetta dalla luce diretta.
    Posso nel riformulare la richiesta di installazione della tenda fare riferimento, con merito, alla legge 104??
    Grazie
    Zavaroni Caterina
    reldal@alice.it

  49. Buon giorno avrei una domanda da fare. Sono un’ insegnante che assiste propria madre che ha una invalidità riconosciuta in base all’ ART 3 COMMA 3 legge n. 104 del 1992. Ho un fratello ed e una sorella che hanno rinunciato all’assistenza, pertanto usufruisco dei tre giorni mensili di assenza dal lavoro per l’assistenza a mia madre. Nella mia scuola sostengono che non posso essere inserita nella graduatoria degli insegnanti che usufruiscono della 104, che da diritto a mantenere la cattedra in caso di contrazione dell’organico di fatto, e conseguente diminuzione di cattedre, poiché i miei fratelli, pur avendo rinunciato all’assistenza di mia madre, devono avere motivazioni oggettive ostative quali: gravi quali malattie comprovate da medici USL, lavoro fuori sede, figli disabili. E’ possibile che non sia sufficiente la dichiarazione di non disponibilità all’assistenza per motivi di lavoro o personali da parte degli interessati?
    Grazie
    Cordiali saluti

  50. Salve, sono un beneficiario della legge 104, lavoro per una azienda privata di vigilanza inserito in una turnazione mensile a rotazione. Ho chiesto un giorno di congedo per la 104 quando avevo il turno di notte(23/07), alche’ l’azienda mi ha concesso il congedo ma siccome da turnazione il giorno dopo ero di riposo, mi hanno tolto il riposo dandomi un turno (07/15).
    Vorrei sapere se è permesso una cosa del genere, Grazieeeeee

  51. buonasera ho mia madre disabile ed usufruisce della legge 104 volevo avere informazioni riguardo all’ acquisto di un’ automobile del tipo se va intestata al disabile, se si puo’ acquistare con i soldi del disabile anche se la guida un familiare etc

  52. Buon gg
    Ho una bambina di 18 mesi a cui è stata riconosciuta una 104 e un indennizzo di frequenza.Lei frequenta un nido ma abbiamo avuto un rimborso intorno ai €500 iniziale e poi niente più. Io sapevo che mensilmente aveva diritto ad una somma.
    I patronati a cui mi sono rivolta non mi sanno dare risposte, qual’è la prassi?
    Inoltre sono disoccupata potrei avere qualche agevolazione lavorativa x la 104 della bambina

  53. Buonasera avrei una domanda sul congedo straordinario retribuito , Avrei diritto a beneficiare del congedo per assistere mio papa’ invalido al 100%? Sono operaio a tempo indeterminato, figlio unico, convivente con il papa’ con disabilita’ e con la mamma casalinga di 68 anni. Gia’ beneficiario dei 3 giorni di legge 104. Grazie per l’attenzione.

  54. Buongiorno,
    vorrei un chiarimento in merito a Lett. Circ. 18 febbraio 2010, n. 3884, il Ministero, in riferimento alla sentenza n. 19/09 del 26 gennaio 2009, precisa che, in virtù del fine perseguito dalla normativa, cioè la tutela psico-fisica del disabile, la residenza nel medesimo stabile, ma in interni diversi, non pregiudica l’effettività e continuità dell’assistenza al genitore disabile.
    Pertanto, alla luce delle sopravvenute indicazioni ministeriali, l’accertamento del requisito della “convivenza”, nei casi di specie, dovrà essere effettuato attenendosi a tali indicazioni, ritenendosi condizione sufficiente solo la residenza nel medesimo stabile, stesso numero civico, ma non anche nello stesso interno (appartamento).
    Io sono beneficiario della suddetta legge per mia madre, abitiamo nello stesso stabile, stesso cortile e stesso cancelletto d’ingresso, i miei genitori al piano terra e il sottoscritto al 1° piano.
    L’ufficio anagrafe del Comune di residenza invece di aver assegnato lo stesso numero civico con interni diversi, ha assegnato il n° 39 ai miei genitori n° 41 al sottoscritto.
    Posso chiedere senza problemi il congedo straordinario di 24 mesi? oppure devo chiedere all’ufficio anagrafe la modifica del civico?

  55. Salve, ho un nipote con una disabilità al 100%, vorrebbe acquistare dei mobili da cucina e camera da letto adatta x lui, vorrei un aiuto su dove trovarli, a prezzi modici, quali sono le ditte che producono questi tipi di arredamento e le agevolazioni che attualmente sono in vigore.
    Grato di una vostra collaborazione invio distinti saluti.

  56. Avrei una domanda: i tre gg di 104 devono essere recuperati perché nn si completano le 36ore lavorative o vengono considerati come lavorati a tutti gli effetti? Non solo come contribuzione ma anche come orario lavorativ?

  57. Buon giorno avrei una domanda, fruisco della l.104/art.3 x un familiare disabile, lavoro presso l’asl di Nuoro. Facendo il controllo delle presenze mensili ogni mese mi rimangono i giorni della 104 da recuperare perché il contabile mi dice che nn sono gg lavorati per cui me le pagano ma le devo recuperare , a questo punto a cosa mi serve usufruire della 104 se poi devo recuperare?

  58. Buongiorno,

    nei giorni scorsi è venuto a mancare mio suocero, genitore di una persona disabile (figlia).
    Sia mia suocera, che mia moglie, NON hanno patente e di conseguenza NON guidano.
    Volevo sapere se potevo usufruire delle dispense sull’auto (bolli, manutenzioni ecc…),
    essendo ora l’unica persona che si occuperà dei vari spostamenti del disabile, e a quali
    canari posso rivolgermi.
    Grazie

  59. Salve. Poiché mia mamma soffre di una patologia e quindi a breve gli daranno la legge 104 ma mio cognato sta facendo di tutto per ottenerla lui per alcuni vantaggi. Non sono affatto di accordo che la abbia lui poiché la mamma e mia. Come posso fare?

  60. Sono un dipendente della regione Campania ed ho un figlio maggiorenne autistico con invalidità riconosciuta al 100%. Usufruisco delle 18 ore di permesso per la legge n. 104/92. Sono nato il 7 gennaio 1957 ed ho maturato al 31 marzo c.a. 35 anni e 6 mesi di servizio non avendo riscattato per tempo i 4 anni del corso di laurea. Vorrei cortesemente sapere quando posso andare in pensione anticipata senza penalizzazione.per poter assistere a pieno mio figlio.

  61. Salve sono dipendente di una’azienda di trasporto pubblico e ho mia miglie che da ormai 10 anni lotta contro un tumore. Ella lavora come libera professionista presso uno studio di commercialisti e assume ogni giorno pastiglie chemioterapiche piú ulteriori pastiglie aggiuntive va a lavoro quando riesce. Poiché deve recarsi soesso in ospedale per controlli, La mia domanda è : io posso usufruire della legge 104 per poterla accompagnare? Inoltre mi é stato detto che chi fa chemioterapia, indipendentemente dall’attivitá lavorativa, ha diritto ad un assegno mensile da parte dell’inps come rimborso spese. Grazie attendo un vostro consiglio

  62. dal momento in cui l’invalido si è sottoposto a visita quanto tempo passa per avere il verbale con l’esito della visita? Se l’esito è positivo come e quando indicherà il nome del figlio che dovrà assisterlo? Grazie per i chiarimenti.

  63. Volendo acquistare un veicolo con la legge 104,esiste un vincolo di importo dell’auto solo per avere l’agevolazione dell’iva al 4%. Cioe la cifra di 18.075,99 è riferita al prezzo del veicolo? se si per un auto con prezzo superiore cosa bisogna fare?
    Grazie,

  64. buongiorno, mio padre è disabile con situazione di gravità. abita con mia madre, che lavora part time. io lavoro a tempo pieno e non sono convivente, posso chiedere i tre giorni per assistenza? o li può chiedere solo mia madre? grazie per le delucidazioni

  65. Gentilmente vorrei sapereper quando riguarda la legge 104,i permessi retribuiti mensili pari a tre giorni lavorativi,sono cumulabili o vanno usufruiti nello stesso mese ,grazie e buona serata!!!

  66. SALVE SONO UN LAVORATORE DIPENDENTE DICHIARATO HANDICAPPATO IN SITUAZIONE DI GRAVITà, VORREI SAPERE SE HO DIRITTO ALL’ASSEGNO PER IL NUCLEO FAMILIARE TAB.21/C. GRAZIE.

  67. Buonasera all’età di due anni mi è stata riconosciuta la legge 104 comma 4. Ora all’età di 33 anni mi è stato detto che non è più valide perché una volta raggiunta la maggiore età avrei dovuto rinnovarla anche se la mia 104 non aveva scadenza. È vero? Grazie aspetto una risposta

  68. buongiorno.Ho da poco preso la patente e mio padre(invalido e possessore della legge 104 mi vuole comprare un auto vorrei sapere se si possono avere agevolazioni su assicurazione,bollo,passaggio di proprieta’ ecc…. grazie

  69. ho un invalidità riconosciuta da commissione inps 104/92 connotà di gravità art 3e4 anche i mie familiari non tocca pagare bollo auto ecc..ecc.. grazie cordiali saluti

  70. Buon pomeriggio, sono persona handicappata con un grado di invalidità superiore ai2/3 e con minorazioni iscritte alle categorie 1-2-3 della tabella “a”annessa alla legge 10.8.50,n.648.verbale 104 rilasciato dal ministero del tesoro .vorrei sapere se posso usufruire dei due mesi di contributi figurativi ai fini pensionistici .annno del verbale 1997.grazie Anna Maria veltri

  71. Buon pomeriggio,ho un verbale di visita collegiale (legge 104) rilasciato dal ministero del tesoro nel 1997. Sono stata riconosciuta persona handicappata con un grado di invalidità superiore a 2/3 e con minorazioni iscritte alle categorie 1-2-3 della tabella “a” annessa alla legge 10.8.50,n.648 vorrei sapere se mi spettano i due mesi annuali di contributi figurativi ai fini pensionistici

  72. Buon pomeriggio,sono un insegnante di 59 anni con circa 40 anni di servizio ho un verbale di visita medica della commissione per pensioni di guerra e invalidità civile del ministero del tesoro.nel marzo del 1997 sono stata riconosciuta come persona handicappata con un grado di invalidità superiore a 2/3 e con minorazioni iscritte alla categoria 1-2-3della tabella “a” annessa alla legge 10.8.50,n.648.posso usufruire dei due mesi di contributi figurativi per ogni anno? Cordiali saluti.

  73. Sono un insegnante di ruolo, beneficio dei tre giorni retribuiti al mese, legge 104 ( portatore di handicap in situazione di gravità art. 3 comma 3.
    Quesito
    Ha diritto allo stesso beneficio anche mia moglie (anche lei è insegnante di ruolo) ?
    Entrambi abbiamo diritto a non essere trasferiti ad altra sede più distante dal luogo di residenza?

  74. Buongiorno,espongo il mio dubbio.Sono una lavoratrice dipendente settore privato,a mia madre vedova è stato diagnosticato un carcinoma allo stomaco.Adesso a casa è assistita dalla badante,potrei richedere io comunque ed usufruire dei permessi legge 104 quando la badante ha i turni di riposo sia settimanali che festivi?Grazie Distinti saluti

  75. Con decorrenza 11/11/2013 dalla Commissione medica sono stata riconosciuta : “INVALIDO ultra-sessantacinquenne con difficoltà persistenti a svolgere le funzioni ed i compiti propri della propria sua età (L. 509/88 L. 124/98) medio-grave 67%-99%.”

    Nella stessa data e seduta tale Commissione medica mi ha riconosciuta :
    Ai sensi dell’art.4 della legge 05 febbraio 1992 n. 104 “PORTATORE DI HANDICAP (COMMA 1 ART..3)”.

    Domando :
    Quali sono le agevolazioni e diritti connessi alla legge 104 di cui possa beneficiare ?

    In attesa ringrazio e saluto
    Bari – Enrica De Pascale

  76. Buongiorno,io avrei una domanda sulla legge 104 pertanto riguarda i permessi lavorativi.
    Io sono il padre di una ragazzina di 14 anni con impianto cocleare e quindi lei sarebbe invalida perché sordomuta.
    Vorrei avere delle informazioni sui permessi lavorativi e soprattutto sul permesso facoltativo di due anni dal lavoro.
    Vi ringrazio anticipatamente,

    Carlo Crippa

  77. Buongiorno avrei una domanda. Il figlio che si assenta dal lavoro grazie alla legge 104, per assistere il padre invalido, matura ugualmente i contributi ai fini della pensione?
    Grazie.
    Cordiali saluti

SCRIVI UN COMMENTO