nuovi consumi 2017

Il 2017 è iniziato con tante novità per i consumatori, molte delle quali sono contenute nella Legge di Stabilità 2016.

Per approfondire, speciale LEGGE DI STABILITA’ 2017

In linea generale i cittadini dovranno affrontare vari cambiamenti avvenuti nelle bollette, nelle agevolazioni per imprenditori, nelle detrazioni sulla casa, nelle pensioni e nel fisco.

Vediamo nel dettaglio a cosa si andrà incontro durante questo nuovo anno.

Pensioni: tutte le novità del 2017

Il 2017 ai pensionati ha portato tante novità, ad esempio è aumentato il numero di pensionati che riceveranno la 14esami mensilità, quindi per chi ha compiuto 64 anni e ha almeno 15 anni di contribuzione e un trattamento previdenziale pari ad un massimo di 1,5 volte il trattamento minimo, riceverà a luglio la mensilità che gli spetta.

E’ in crescita anche il cumulo contributivo per tutte le forme previdenziali, cioè il ricongiungimento gratuito per andare in pensione.

Alle no tax area, per i pensionati con un età superiore ai 75 è in aumento, saranno applicate detrazioni maggiorate fino a 1.800 euro. Inoltre, sono state considerate anche le esenzioni Irpef sulle pensioni per le vittime del dovere e peri i familiari superstiti.

Altre novità ci sono per le lavoratrici dipendenti che al 31 dicembre 2015 avevano 57 anni e per le autonome di 58 anni; queste con 35 anni di contributi, possono finalmente percepire la pensione con assegno calcolato integralmente con il metodo contributivo.

Bollette luce, gas, acqua: cosa cambia?

Tra le novità di quest’anno c’è un notevole cambiamento sui consumi, infatti gli italiani riceveranno le bollette della luce con un aumento dello 0,9% e quelle del gas con il 4,5% in più. Ma c’è una buona notizia, con l’entrata in vigore delle nuove regole, il rapporto tra utenti e fornitori di energia sarà più trasparente.

I cittadini potranno attivare, per quanto riguarda l’elettricità, un contratto di Tutela Simile che permette loro di sottoscrivere un contratto di prova per un anno, non rinnovabile e quindi alla scadenza decidere se restare con lo stesso fornitore o cambiare.

Dal 2017 luce, gas e acqua dovranno avere l’emissione periodi delle bollette e l’incentivazione dell’autolettura dei contatori. Le bollette saranno bimestrali per i piccoli consumatori e mensili per i grandi. Inoltre, nella bolletta della luce sarà accreditato il canone Rai, il cui costo scenderà da 100 a 90 euro l’anno.

Altra novità riguarda l’acqua che diventerà multimediale, i gestori dovranno garantire una web chat nel proprio sito internet per facilitare l’autolettura e riportare le informazioni sui tentativi di lettura realizzati. Sarà messo a disposizione anche un numero di telefono gratuito per l’assistenza.

Detrazioni fiscali 2017

Per tutto l’anno è stata prorogata la detrazione del 50% sul recupero edilizio degli immobili, inoltre fino al 31 dicembre 2017 è possibile usufruire dell’ecobonus del 65% per le spese finalizzare al miglioramento dell’efficienza energetica in casa, quindi per l’acquisto di infissi, pannelli solari termici, caldaie, coibentazioni, ecc. L’agevolazione varia da 30mila a 100mila euro a seconda del tipo di intervento.

Fino al 31 dicembre 2021 sono detratte al 50% le spese sostenute per i lavori antisismici su prime e seconde case e su immobili destinati ad attività produttive delle zone più a rischio.

  • Per approfondire leggi: Detrazioni fiscali 2017 in Gazzetta, le novità della Manovra Finanziaria

Agevolazioni per gli imprenditori

Anche gli imprenditori dovranno fare i conti con le novità 2017, ecco di seguito cosa accadrà:

  • sono stati stanziati 110 milioni di euro per diffondere il marchio made in Italy a livello internazionale. Questo investimento si preoccupa di far crescere sempre di più le aziende e le quote italiane nel mercato mondiale;
  • tutte le società (tranne quelle semplici) avranno la possibilità di calcolare il diritto annuale di iscrizione al Registro delle imprese così potranno applicare al fatturato dell’anno precedente le abituali aliquote con un risultato dimezzato;
  • avranno la possibilità di presentare all’ente competente una Scia Unica per l’avvio di un’attività economica

Fisco: cosa cambia nel 2017?

Tante agevolazioni e novità per quanto riguarda il Fisco. Tra le prime c’è l’abrogazione delle comunicazioni relative ai contratti di leasing, di locazione e noleggio, dei modelli relativi agli acquisti intracomunitari di beni e alle prestazioni di servizi comunitarie ricevute. Poi, le imprese in contabilità semplificata potranno determinare il reddito in regime di cassa. E’ prevista una riduzione dell’aliquota Ires (dal 27,5% al 24%). Tra i cambiamenti c’è l’Iri, la nuova tassa sul reddito d’impresa per imprenditori individuali e società di persone in regime di contabilità ordinaria.

I lavoratori autonomi potranno dedurre le spese di trasferta e per chi ha le partite Iva inattive da almeno tre anni verranno chiuse d’ufficio (previa comunicazione al titolare).

E’ previsto un aumento del credito di imposta per chi si impegna nella ricerca e nello sviluppo, precisamente il tetto passa a 20 milioni per ogni beneficiario che ha speso almeno 30mila euro.

Tra le novità di quest’anno è possibile formare un gruppo Iva costituito dai soggetti passivi operativi in Italia con vincoli finanziari, economici ed organizzativi.

Infine è stata prorogata di altri 3 anni l’opzione per le società di capitali della tassazione per trasparenza e per consolidato nazionale.

 


SCRIVI UN COMMENTO