Fuori i ritardatari: nessuna proroga, e chi non ha adempiuto nei tempi predefiniti incasserà meno di quanto potenzialmente dovuto. E’ ufficiale l’elenco definitivo dei Comuni – elaborato da Confedilizia – in cui si pagherà la Tasi il prossimo 16 ottobre e ben 653 enti non hanno adottato in tempo le delibere sulle nuove aliquote.

E’ scaduto a mezzanotte il termine per la pubblicazione degli atti amministrativi per i singoli comuni sul portale del ministero dell’Economia e all’appello mancano ben 653 località, nelle quali la Tasi verrà riscossa in un’unica soluzione a dicembre con aliquota all’1 per mille. Ciò, per effetto della mancata delibera di approvazione nei tempi concessi dapprima al 31 maggio e poi, per effetto della proroga del governo, al 10 settembre.

Così il 16 ottobre saranno 5227 i Comuni in cui si pagherà la Tasi in qualità di prima rata, cioè lì dove è stata approvata la delibera che ha aggiornato l’aliquota entro lo scorso 10 settembre.

La stragrande maggioranza dei Comuni, insomma, ha dimostrato attenzione alla scadenza, consapevole dell’opportunità fornita dall’esecutivo di aumentare il gettito fiscale della tassa sugli immobili.

Le aliquote

L’aliquota base, infatti, è stata fissata all’1 per mille, con possibilità di estenderla fino al 2,5 per mille, e margine extra di un ulteriore 0,8, purché abbinato all’introduzione di specifiche detrazioni per fasce di immobili e situazioni particolarmente critiche.

Così, secondo le prime stime del Mef, sembra che l’aliquota media sia stata applicata al 2,63 per mille: dunque, la maggior parte delle amministrazioni italiane ha scelto di sforare il tetto concesso dal governo per ottenere il massimo gettito della tassa sui servizi indivisibili e, insieme, consentire anche le detrazioni che, lo ricordiamo, non son previste a prescindere, così come era per l’Imu.

Rimane, a questo punto, il rebus dei costi, che si risolverà solo al momento del versamento: per qualcuno, infatti, si tratta di un aggravio rispetto all’imposta preceente, mentre per altri ci dovrebbe essere un risparmio contenuto per effetto delle aliquote inferiori.
Vai all’elenco definitivo dei Comuni in cui si pagherà a ottobre

 

Manuale dei tributi locali

Manuale dei tributi locali

De Vico Luciano, Debenedetto Giuseppe, Lovecchio Luigi, Magliaro Alessandra, Ruggiano Federica, Uricchio Antonio, 2014, Maggioli Editore

Con l'entrata in vigore della IUC (Imposta Unica Comunale) il panorama già "frastagliato" dei tributi locali è diventato ancora più complesso e indecifrabile. A dispetto del nome, infatti, la IUC non ha unificato nulla poiché si sostanzia in tre tributi distinti ed autonomi: l'Imu, la...




3 COMMENTI

  1. piu che un commento vorrei fare una domanda…. io abito in un comune dove c’e’ una discarica, Colfelice (FR)…. so che c’e’ una legge che non fa pagare l’immondizia per chi abita nei comuni come me….. qualcuno a informazioni a riguardo? ringrazio anticipatamente, attendo fiducioso risposta e…. Buone Feste a tutti.
    PS: ben detto PASCULLI!!!!!!!

  2. Tares o tasi o ancora tari,resta il fatto che ci si trova di fronte a una situazione come al solito gravissima.Dico “come al solito”perchè nessuno mai di chi è andato al governo ha preso a cuore la situazione di chi ha veramente bisogno di aiuto.Come sempre promesse e basta.Io credo onestamente che se ci fossimo trovati in altri stati le popolazioni avrebbero fatto scoppiare una guerra civile.Siamo un popolo troppo educato e questo non lo dico per istigare alla rivoluzione.Certamente però va riconosciuto che siamo nella merda più totale.Io un lavoro per fortuna ce l’ho..pensiamo a chi non ha questa fortuna e a chi in futuro non lo troverà.I nostri figli e così a seguire.Stiamo parlando di ripresa del paese…si,con le tasse.Renzi e la sua banda sono l’ennesima delusione di un sistema nel quale neanche un miracolo ci risolleverà.Domani ci sveglieremo sentendo parlare di suicidi di gente disperata per la povertà e di arresti per truffe.E poi comparirà il solito messaggio di incoraggiamento dei poteri forti.Un giorno poi ci chiederemo il significato della parola “pensione”…già noi ci andremo nel giorno in cui moriremo..allora si ci riposeremo.GRAZIE GOVERNO ITALIANO,VOI SIETE L’ISIS DEL NOSTRO STATO.

SCRIVI UN COMMENTO