Speciale riforma PA

Fisco 5 novembre 2013, 08:31

Spesometro 2013 ed Agenzia delle Entrate: la black list

Quarto ed ultimo dei pezzi riguardanti il c.d. Modello di comunicazione polivalente: la BLACK LIST


Affrontiamo ora il contenuto del presente pezzo, rimandando agli articoli precedentemente pubblicati per:

La norma che regola la black list

I soggetti passivi Iva devono comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle operazioni (a decorrere da quelle effettuate dal 1° luglio 2010) con operatori economici con sede, residenza o domicilio negli Stati o territori a fiscalità privilegiata (cosiddetti “Paesi black list”) individuati dal decreto 4 maggio 1999 (per le persone fisiche) e dal decreto 21 novembre 2001 (per le società).

Devono essere comunicati i dati relativi a:

  1. cessioni di beni e prestazioni di servizi rese
  2. acquisti di beni e prestazioni di servizi ricevute.

Attenzione
Il DL n. 16/2012 ha escluso dall’obbligo di comunicazione le operazioni che non superano i 500 euro (norma in vigore dal 2 marzo 2012)

I dati vengono comunicati all’Agenzia delle Entrate con periodicità:

  1. trimestrale dai soggetti che hanno realizzato, nei 4 trimestri precedenti e per ciascuna categoria di operazioni (cessioni di beni, acquisti di beni, prestazioni di servizi e acquisti di servizi), un ammontare totale trimestrale non superiore a 50mila euro)
  2. mensile negli altri casi.

IMPORTANTE:

Chi è tenuto alla presentazione trimestrale può scegliere di adottare la periodicità mensile per l’intero anno solare. OVVERO, NON SI PUO’ CAMBIARE PERIODICITA’ IN CORSO DI ANNO SOLARE, A MENO CHE NON VI SIA L’OBBLIGO SOTTO DESCRITTO.

I contribuenti che presentano una comunicazione trimestralmente e che nel corso di un trimestre superano la soglia dei 50 mila euro devono passare alla periodicità mensile a partire dal mese successivo a quello in cui il limite viene superato. In questo caso, per i periodi mensili già trascorsi, vanno presentate le comunicazioni opportunamente contrassegnate.

I contribuenti che presentano la comunicazione con periodicità trimestrale devono far riferimento ai 4 trimestri che compongono l’anno solare. Nella pratica non devono partire da gennaio, ma fare riferimento all’anno solare precedente, pertanto il periodo di riferimento sarà c.d. “mobile” per trimestre (esempio: I trimestre 2013, il controllo della periodicità avviene ovviamente sull’anno solare gennaio-dicembre 2012. II trimestre, il controllo avviene sull’anno solare marzo/dicembre 2012 + gennaio/marzo 2013).

Il modello di comunicazione andava presentato all’Agenzia delle Entrate in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati, entro l’ultimo giorno del mese successivo al periodo di riferimento, a mezzo apposito modello denominato: modello di comunicazione delle operazioni con soggetti aventi sede, residenza o domicilio in paesi a fiscalità privilegiata.

A far data 10 ottobre per i successivi adempimenti occorrerà utilizzare il modello della comunicazione polivalente, ferma rimanendo la possibilità, come detto in precedenza, di poter utilizzare il vecchio modello per tutte le operazioni poste in essere fino al 31 dicembre 2013.

Oggetto

Contenuto

Soggetti obbligati

Tutti i soggetti che pongono in essere
  • cessioni di beni e prestazioni di servizi rese
  • acquisti di beni e prestazioni di servizi ricevute

con soggetti provenienti dai c.d. Paesi Black List.

Termine e periodicità di presentazione

Termini di presentazione e periodicità rimangono i medesimi indicati sopra.

Termine di presentazione: entro l’ultimo giorno del mese successivo al periodo di riferimento (esempio: black list di gennaio: termine di presentazione 28/2. Black list del I trimestre: termine di presentazione 30/4. E così via…)

Periodicità:

  1. trimestrale dai soggetti che hanno realizzato, nei 4 trimestri precedenti e per ciascuna categoria di operazioni (cessioni di beni, acquisti di beni, prestazioni di servizi e acquisti di servizi), un ammontare totale trimestrale non superiore a 50mila euro)
  2. mensile negli altri casi.

Oggetto della comunicazione

  • cessioni di beni e prestazioni di servizi rese
  • acquisti di beni e prestazioni di servizi ricevute

con soggetti provenienti dai c.d. Paesi Black List.

Quadro da compilare

QUADRO BL - OPERAZIONI CON SOGGETTI AVENTI SEDE, RESIDENZA O DOMICILIO IN PAESI CON FISCALITÀ PRIVILEGIATA – OPERAZIONI CON SOGGETTI NON RESIDENTI IN FORMA AGGREGATA – ACQUISTI DI SERVIZI DA NON RESIDENTI IN FORMA AGGREGATA

In relazione a tale tipologia di operazioni sono da indicare le seguenti informazioni:

– Cognome, Nome, Data di nascita, Comune e Stato estero di nascita della controparte persona fisica. La Provincia estera di nascita è rappresentata dalla sigla ‘EE’

– Denominazione, città estera della sede legale, Stato e indirizzo estero della sede legale per la controparte persona giuridica

– il Codice identificativo IVA della controparte non è obbligatorio

QUADRO TA - QUADRO RIEPILOGATIVO

il quadro è comune a tutte le comunicazioni e riporta il sunto di quanto comunicato

Qui l’elenco  dei paesi black list 

Qui il Modello di comunicazione

 

Vai all’articolo con le ultime istruzioni

 

Dello stesso autore:

SPECIALE IVA

Attività con regimi particolari

di Matilde Fiammelli

In vendita a € 14,90


Pubblicato da il 5 novembre 2013 alle 08:11 in Fisco
Tags: , ,


1 Commento per Spesometro 2013 ed Agenzia delle Entrate: la black list

  1. Roberto

    Buongiorno,
    in realtà la soglia della comunicazione blacklist per San Marino è stata aumentata a 1000 euro.

    Cordiali Saluti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Matilde Fiammelli

Commercialista, revisore dei conti

Rss Feed


Articoli dello stesso autore

Fisco 15 ottobre 2014, 16:33

Tasi: 11 casi pratici. Ultima parte

Giovedì 16 ottobre scade il termine per il pagamento dell’imposta sulla casa, Tasi o Imu: nudo proprietario, coniuge defunto e comodato d’uso gratuito

Fisco 14 ottobre 2014, 16:51

Tasi: 11 casi pratici. Terza parte

Affitto d’azienda e terreni edificabili. Una lista dei casi più comuni di calcolo per il pagamento della Tasi, in vista dell’acconto che scade il 16 ottobre

Fisco 13 ottobre 2014, 17:19

Tasi e Imu 2014: 11 casi pratici. Seconda parte

Abitazione principale e separazione dei coniugi, attività commerciale o artigianale in un capannone, terreni agricoli: come calcolare l’importo

Fisco 9 ottobre 2014, 15:09

Tasi: 11 casi pratici. Prima parte

Abitazione principale, presenza di due figli, inquilino in affitto e proprietario. Approfondimento sui casi pratici di pagamento della Tasi 2014

Fisco 20 settembre 2014, 11:20

Tasi e istituzione della Iuc

Il 16 ottobre sono chiamati a pagare oltre 5mila Comuni. Calcolo e tutto quello che occorre sapere sulla tassa che ha preso il posto dell’Imu prima casa


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su