Speciale riforma PA

Edilizia 23 maggio 2013, 13:10

Ristrutturazioni edilizie, per la proroga dei bonus servono 2 miliardi

In arrivo il decreto per la proroga su agevolazioni fiscali e ristrutturazioni edilizie


Il decreto legge per la proroga dei bonus Irpef e Ires sulle ristrutturazioni è pronto, ma lo scoglio, adesso è capire se davvero i conti pubblici potranno permettersi l’agevolazione promessa dal ministro delle Infrastrutture Maurizio Lupi o se, diversamente, il passo si rivelerà azzardato per le finanze non certo ricolme.

L’ipotesi che il governo ha messo sul piatto riguarda il doppio slittamento degli incentivi per interventi edili di ristrutturazione al 50% e, per la riqualificazione energetica, al 55%. Un aiuto che molti operatori e, soprattutto, clienti delle ditte del settore gradirebbero, al fine di veder ridotto il carico sugli interventi strutturali agli edifici di proprietà, ma che richiede un esborso tutt’altro che di secondo piano. Va specificato, in ogni caso, che le detrazioni per la riqualificazione energetica al 55% investiranno soltanto coloro che non usufruiscano di ulteriori facilitazioni fiscali, ad esempio il Quinto conto energia.

In particolare, secondo le prime stime, il costo complessivo ammonterebbe a circa 2 miliardi in 10 anni, una vetta non insormontabile, ma sui cui l’ultima parola verrà espressa dai contabili della Ragioneria di Stato. intanto, con il decreto in arrivo, il governo promette di mettersi in pari con gli standard europei in ottica di efficienza energetica ed evitare, così, il prolungamento della procedura di infrazione che pende sull’Italia dl settembre 2012.

Nello specifico, secondo i primi calcoli prolungare il bonus delle detrazioni Irpef del 50% sulle ristrutturazioni porterebbe un disavanzo minimo, di soli 7 milioni di euro, nel 2014, che però finirebbe per ingrossarsi a circa un miliardo nei successivi 3 anni. Un peso, forse, troppo elevato per essere sorretto senza produrre contraccolpi sui conti pubblici.

Sempre in merito agli interventi di ammodernamento, come segnalato dagli operatori del settore, viene invocato un piano di ampio respiro per favorire l’accesso ai mutui delle giovani coppie, oltre al più volte annunciato programma di ammodernamento degli edifici pubblici.

A questo proposito, va sottolineato come il decreto in arrivo, non prevederà obblighi di adeguamento alla normativa, ma si limiterà a indicare degli standard minimi di efficienza energetica cui uniformarsi per l’edificazione di immobili privati o pubblici.

Insomma, nonostante la procedura d’infrazione Ue sia in essere ormai da 9 mesi, la risposta dell’italia si prefigura come il minimo per chiudere il dossier, ma senza stabilire pratiche ferree di regolamentazione che inquadrino completamente il complesso edilizio.

Vai allo speciale ristrutturazioni e bonus


Pubblicato da il 23 maggio 2013 alle 13:05 in Edilizia
Tags: , , , ,


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli dello stesso autore

Edilizia 19 dicembre 2014, 14:41

Green Economy 2.0: prospettive e traguardi dell’innovazione sostenibile

Dalla crisi del fotovoltaico all’Europa, le prospettive dopo la crisi

Lavoro 19 dicembre 2014, 13:37

Jobs Act, la vigilia di Natale cambiano licenziamenti e art.18

Uno stipendio e mezzo ogni anno lavorato. Il contratto a tutele crescenti

Economia 19 dicembre 2014, 11:53

Legge di stabilità 2015: la bozza del maxiemendamento

Saranno incluse le modifiche approvate in commissione. Ecco quali

Amministrativo 19 dicembre 2014, 10:17

Posta elettronica certificata, addio senza rimpianti alla CEC

Dismissione immediata del canale cittadini-PA: “Flop senza precedenti”

Welfare 19 dicembre 2014, 07:41

Riforma pensioni e Quota 96: in legge di stabilità tutto rinviato

Il governo presenta il maxiemendamento, ma salta il welfare


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su