Speciale Jobs Act

Scuola 31 agosto 2012, 11:09

Profumo di trasparenza: ecco il verbale sui 145 esperti del Tfa

Il ministro Profumo in nome della trasparenza ha reso noti i nomi dei 145 esperti del Tfa, ecco il verbale della commissione sotto accusa


Trasparenza, ecco il comandamento del ministro dell’Istruzione Profumo, un comandamento di facile applicazione del resto, se riguarda qualcun altro, nella fattispecie gli errori di qualcun altro, e non i propri. Mossa demagogica e facile quindi quella di pubblicare l’elenco dei 145 esperti che si sono occupati di redigere le domande più o meno possibili delle 37 classi di abilitazione del Tfa; mossa ancora peggiore quella di aver preso distanza dall’operato dei suoi sottoposti e averli lasciati annegare in un mare di malumori, più o meno educatamente espressi, di chi ha sostenuto la prova; il capitano, si sa, non deve mai abbandonare la nave che affonda, anche se qui la nave è già affondata da un po’.

Per dovere di cronaca e servizio, visto che da quando è stato pubblicato l’elenco il sito del ministero è andato in tilt totale, pubblichiamo il verbale di insediamento della commissione, dove si evincono i nomi di chi ha avuto un ruolo di rilievo all’interno di questa suddetta lista nera di modo che chi sia interessato a questo elenco simil telefonico possa soddisfare la propria “sete” di conoscenza. E’ difficile, tuttavia, condividere questa scelta del ministro e soprattutto accostarla ad una politica di trasparenza visto che ricorda molto di più la delazione tanto sdoganata in certi regimi.

La trasparenza, gli studenti, gli insegnanti precari, i giovani che credono ancora nell’istituzione della scuola, la vorrebbero sulle normative, sui parametri di accesso ai concorsi, sulle commissioni destinate a valutare e redigere i test, insomma su quegli elementi che garantiscano davvero pari possibilità a tutti. La futura classe insegnante ha il diritto di sapere che in realtà questo maxi – concorsone non è una manna improvvisa che cade dal cielo come qualcuno vuol fare credere ma, esclusi gli 11.892 posti di nuova assegnazione, è il normale turn – over, cioè l’avvicendamento fisiologico dei docenti, che sarebbe comunque avvenuto all’interno dell’organigramma scolastico nazionale.

Quindi quei 22.000 posti tanto sbandierati si sarebbero liberati e sarebbero stati avvicendati in ogni caso, solo che adesso invece che seguire i meccanismi tradizionali delle graduatorie si potrà usufruire del “turbo”, ossia questo concorsone che per stessa ammissione di Profumo può ” accelerare, può partecipare  e migliorare la propria condizione”. Non bastasse questa situazione frustrante per tutte le parti in causa, vecchi vincitori del concorso, futuri vincitori e neo – abilitati, spulciando nel sito del Miur, il ministero della pubblica Istruzione, si scopre qualcosa di molto interessante; “per l’anno in corso si prevede l’assegnazione agli atenei della seconda tranche di risorse destinate alla chiamata di professori di II fascia per un importo di 15 milioni di euro relativo al 2012 pari ad una spesa annua a regime di 90 milioni di euro. Tali risorse consentiranno l’assunzione di un numero di professori di II fascia compreso tra 2.500 e 3.000″.

Sapete quanto fa 150.000 moltiplicato per 100 euro? 15 milioni. Sapete 150.000 e 100 euro cosa stanno ad indicare? Studenti partecipanti al Tfa il primo, euro investiti nella tassa per sostenere il predetto Tfa il secondo. E’ davvero lo stato allora a finanziare le università o quei 15 milioni li hanno già messi i futuri insegnanti, i giovani cittadini italiani che hanno creduto di avere, per una volta, la possibilità di emanciparsi tramite un concorso? La coincidenza dei numeri mette effettivamente i brividi e alimenta ogni qualsivoglia dietrologia che, sinceramente, visti i pregressi italiani, non ci sentiamo di escludere a priori.


Pubblicato da il 31 agosto 2012 alle 11:08 in Scuola
Tags: , , , , , , , ,


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Alessandro Camillini

filologo, storico

Rss Feed Facebook LinkedIn Twitter


concorsi a cattedre 2012

Articoli dello stesso autore

Scuola 7 febbraio 2014, 07:36

Concorso scuola 2014; ecco perché si può fare

Concorso scuola 2014; la speranza dei docenti precari dopo il comunicato del Miur

Auto e Fisco 7 ottobre 2013, 17:30

Leasing,flotte,fisco e mercato auto:Intervista al direttore vendite di Nissan

Intervista ad Alberto Sabatino, Direttore Corporate Sales di Nissan

Navigazione 16 settembre 2013, 09:35

Costa Concordia:la diretta streaming del recupero

Costa Concordia: la diretta streaming del salvataggio

Scuola 10 settembre 2013, 10:09

Decreto Scuola: Miracolo Carrozza. 85 mila assunti in 3 anni

85 mila assunzioni nella scuola nei prossimi 3 anni

Scuola 6 settembre 2013, 15:43

Scuola; previste assunzioni in ruolo ma mancano le coperture

Novità positive per il mondo della scuola, ma mancano i fondi


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su