Speciale riforma PA

Flash 6 luglio 2012, 12:48

Spending review: via duecentomila statali

Via il 20% dei dirigenti e il 10% degli impiegati. Per chi resta, arriva la pagella individuale. Stretta su permessi e buoni pasto


E’ l’amministrazione pubblica il settore più colpito dalla spending review 2012, approvata ieri sera da un Consiglio dei ministri fiume, durato oltre sette ore. Molti gli ambiti toccati dal decreto, ma dei 26 miliardi di risparmi previsti nel prossimo triennio, appare chiaro che la fetta più grossa arriverà proprio dal settore del pubblico impiego.

Prima di tutto, la riforma delle piante organiche. Un dirigente su cinque è destinato all’uscita, un impiegato su dieci farà la stessa fine: l’obiettivo è portare i dipendenti sotto i 3 milioni,  poggiando sulla leva del prepensionamento. Per i dipendenti pubblici in esubero, cioè quelli a meno di due anni dal ritiro, l’unica via sarà infatti quella della mobilità, con l’80% dello stipendio garantito fino al raggiungimento della data d’uscita ufficiale. Nel computo, sono inclusi anche quei lavoratori che, prima dell’entrata in vigore della riforma Fornero e dell’innalzamento dell’età pensionabile, avevano già maturato i requisiti, ossia lo stop garantito entro il 31 dicembre 2014.
Per chi manterrà il posto, invece, diverrà obbligatoria l’adozione della “valutazione organizzativa e individuale dei dipendenti pubblici”: in sostanza, la pagella del pubblico funzionario. Una misura già adottata da alcuni enti, che si propone di uniformare i pubblici esercizi verso una dimensione più “a misura di cittadino”. Ma non è tutto: la stretta sugli uffici amministrativi sarà anche fisica. Già, perché gli spazi tra una scrivania e l’altra verranno ridotti tra i 12 e i 20 metri quadrati a persona nei palazzi di nuova costruzione e tra i 20 e i 25 negli altri. Anche gli archivi saranno più snelli.

Non passa indenne le tenaglie della spending review anche la pausa pranzo degli impiegati: i buoni pasto, infatti, non potranno in alcun modo sorpassare il tetto di sette euro. E c’è dell’altro: in merito a ferie e riposi,  la fruizione sarà più obbligatoria  e in nessun modo daranno diritto  ”alla corresponsione di trattamenti economici sostitutivi”.
Capitolo a parte, poi, quelle voci da sempre in vetta alle considerazioni di spreco degli italiani nella spesa pubblica. Ferme al palo metà delle auto blu: le risorse destinate per l’anno in corso, infatti, non potranno superare il 50% di quelle del 2011. Frenate, infine, le consulenze: i saggi della pubblica amministrazione che, nell’ultimo anno prima della pensione, si siano occupati di temi oggi richiedenti consulenza esterna, non potranno in alcun modo accedere all’incarico.
Nel complesso, Ministeri e enti decentrati dovranno rivedere i tetti di spesa per 1,5 miliardi nel 2012, che diventeranno il doppio nel prossimo anno.


Pubblicato da il 6 luglio 2012 alle 12:07 in Flash
Tags: , , , , , , ,


4 Commenti per Spending review: via duecentomila statali

  1. SONO UN DIPENDENTE STATALI HO COMPIUTO 40 ANNI DI SERVIZIO IL 5/3/2012
    HO 53 ANNI .SECONDO VOI MI MANDANO VIA CON 80% O NO?SE SONO FUORI ORGANICO MI POSSONO METTERE IN MOBILITA’GRAZIE

  2. michele

    ho 40 anni di contributi al febbraio 2012, 57 di età anagrafica chi mi sa dire che cosa mi tocca in futuro?
    ps. pubblico impiego.

  3. Giovan Battista Magnanimo

    Sono un impiegato pubblico e il mio commento è il seguente : ma che figura che sta facendo questo governo ! Mi riferisco al taglio del 10% dei dipendenti pubblici; prima impedisce il pensionamento, poi fa “marcia indietro” e annulla gli effetti della “legge Fornero”. Siamo in mano a degli incompetenti (… e meno male che sono dei tecnici… anzi dei grandi professoroni…).

  4. Purtroppo si tratta di quasi tutti tagli lineari. Niente a che vedere col concetto di “rimuovere gli sprechi e le sacche di inefficienza”.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli dello stesso autore

Amministrativo 20 agosto 2014, 12:25

Cassazione shock: da oggi la raccomandazione è legale

Nessun reato per il Comandante scoperto a segnalare la figlia

Welfare 20 agosto 2014, 10:03

Pensioni 2014, il contributo di solidarietà esiste già. Ecco perché

La proposta potrebbe allargare il prelievo per le pensioni alte

Edilizia 20 agosto 2014, 07:58

Edilizia, bonus energia verso la conferma anche nel 2015

Sconti Irpef al 65% prolungati: la misura allo studio con altre novità

Fisco 19 agosto 2014, 15:30

Equitalia, in arrivo la cartella esattoriale precompilata per le rate

Boom di richieste a luglio. Ora Equitalia aiuterà i contribuenti

19 agosto 2014, 12:25

Papa Francesco, il discorso su pace e Terza guerra mondiale

Ecco la versione completa della conferenza tenuta da papa Francesco nel viaggio di ritorno dalla Corea del Sud, dove ha parlato di Terza guerra mondiale


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su