Speciale riforma PA

Fisco 24 aprile 2012, 10:30

Semplificazioni fiscali, il Governo pone la fiducia

In corso le dichiarazioni di voto. Il testo all’esame del Senato


Il Governo ha posto la questione di fiducia sull’approvazione del ddl 3184-B di conversione del decreto-legge n. 16, recante “disposizioni urgenti in materia di semplificazioni tributarie, di efficientamento e potenziamento delle procedure di accertamento”, con scadenza fissata al 1° maggio. Le dichiarazioni di voto avranno luogo nella seduta di questa mattina; al termine si svolgerà la chiama per il voto.

Per il Governo Monti, si tratta della fiducia numero sedici, e con essa, cascano tutti gli emendamenti presentati a Palazzo Madama. Infatti cambiare anche una sola virgola al testo rischierebbe di far cadere l’intero decreto, visto che i tempi per la conversione scadono il 1° maggio e di mezzo ci sono i due “ponti” festivi di primavera.

In Senato, la discussione sul testo è iniziata ieri pomeriggio. I relatori, sen. Baldassarri (Terzo Polo:API-FLI) e Azzollini (PdL), hanno riferito sulle numerose modifiche apportate dall’altro ramo del Parlamento. In particolare, hanno sottolineato positivamente la rateizzazione dell’IMU, il riconoscimento del credito d’imposta per la nuova occupazione stabile del Mezzogiorno, la flessibilizzazione del patto di stabilità interno attraverso la possibilità di compensazioni tra comuni a livello nazionale oltre che regionale, la facoltà di procedere ad assunzioni di personale negli enti locali.

In ragione della scadenza ravvicinata del decreto-legge, le Commissioni riunite, bilancio e finanze, si sono limitate ad approvare ordini del giorno sui temi di principale interesse. Il sen. Baldassarri (Terzo Polo:API-FLI) ha ribadito le critiche, già espresse in prima lettura, alle note della Ragioneria dello Stato in base alle quali è stata impropriamente invocata la mancanza di copertura finanziaria per respingere misure anticicliche a sostegno delle famiglie e delle imprese.

Bocciata la pregiudiziale di costituzionalità, presentata dal sen. Mazzatorta (LNP), l’Assemblea ha svolto la discussione generale nella quale sono intervenuti i sen: Barbolini, Musi e Fontana (PD), Li Gotti e Pardi (IdV), Fleres (CN), Pittoni (LNP) e Lauro (PdL), il quale ha preannunciato voto contrario al provvedimento per protestare contro le norme sulle sale giochi che contravvengono alle indicazioni della Commissione antimafia.

La maggioranza ha espresso apprezzamento per la correzione delle principali distorsioni relative all’applicazione dell’IMU ma ha sollecitato, nel segno della maggiore equità e della crescita, interventi ulteriori sulle seconde case, sugli immobili affittati a canone concordato, sulle case di cura per anziani, sulla fiscalità locale.

Le opposizioni hanno lamentato il mancato ripristino delle norme antielusione e del reato di falso in bilancio, il rifiuto della proposta di precludere la possibilità di patteggiamento per i reati fiscali, l’esenzione dal pagamento dell’IMU concessa alle fondazioni bancarie. Hanno criticato inoltre l’impianto centralista del provvedimento e le norme relative al gioco d’azzardo e hanno espresso preoccupazioni, condivise anche da Coesione Nazionale, per gli effetti recessivi legati all’aumento del carico fiscale e ai tagli inferti agli enti locali.

Nella replica il relatore Azzollini (Pdl) ha caldeggiato l’ipotesi di procedere in sede di delega fiscale ad un alleggerimento del carico fiscale. Dopo l’intervento del Sottosegretario di Stato per l’economia e le finanze Ceriani, il quale ha precisato che l’imposta di scopo non costituisce una nuova tassa e ha negato l’esistenza di una disposizione che esenti le fondazioni bancarie dal pagamento dell’IMU, il Ministro per i rapporti con il Parlamento prof. Giarda ha posto la questione di fiducia sul testo licenziato dalla Camera.

Qui il testo integrale del ddl 3184/B, su cui il Governo ha posto la fiducia.


Pubblicato da il 24 aprile 2012 alle 10:04 in Fisco
Tags: , , , , , ,


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli dello stesso autore

Edilizia 22 dicembre 2014, 11:06

Iva in edilizia 2015: quando applicarla al 4 e al 10%

Prima casa, ristrutturazioni e appalti: i casi di sconti all’Iva

Economia 22 dicembre 2014, 07:27

Legge di stabilità 2015: il testo definitivo approvato in Senato

Ecco il testo del maxiemendamento approvato in Senato. Chi ride e chi piange

Edilizia 19 dicembre 2014, 14:41

Green Economy 2.0: prospettive e traguardi dell’innovazione sostenibile

Dalla crisi del fotovoltaico all’Europa, le prospettive dopo la crisi

Lavoro 19 dicembre 2014, 13:37

Jobs Act, la vigilia di Natale cambiano licenziamenti e art.18

Uno stipendio e mezzo ogni anno lavorato. Il contratto a tutele crescenti

Economia 19 dicembre 2014, 11:53

Legge di stabilità 2015: la bozza del maxiemendamento

Saranno incluse le modifiche approvate in commissione. Ecco quali


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su