Speciale riforma PA

Salute 11 aprile 2012, 17:32

Italia: commercializzata la “pillola dei 5 giorni dopo”!

Secondo la delibera di autorizzazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco, per ottenere la pillola è necessaria la prescrizione del medico, preceduta dal riscontro di un test di gravidanza


Anche nelle farmacie italiane, è commercializzata da pochi giorni (ed esattamente dal 2 aprile) la cosiddetta “pillola dei cinque giorni dopo“, finalizzata alla contraccezione d’emergenza. Trattasi di un farmaco composto principalmente dalla molecola di Ulipristal acetato. Per ottenerlo dal farmacista, occorrerà imprescindibilmente una ricetta medica non ripetibile. Ma ciò non basterà: prima della prescrizione, il medico curante oppure il ginecologo di fiducia saranno tenuti a verificare l’assenza, nel soggetto richiedente, di una gravidanza in corso.

La delibera di autorizzazione dell’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA ) prevede infatti che la prescrizione sia preceduta dal riscontro di un test di gravidanza (ad esito negativo) basato sul dosaggio beta Hcg. Test ottenibile anche con i classici stick sulle urine, e non necessariamente attraverso l’analisi del sangue della donna interessata.

Efficace fino a 120 ore dal rapporto sessuale considerato a rischio di gravidanza indesiderata, il farmaco e’, se assunto entro le prime 24 ore dall’amplesso, tre volte piu’ funzionale dei vecchi prodotti a base di levonorgestrel ( meglio conosciuti come “la pillola del giorno dopo“); e due volte di piu’, se somministrato nelle prime 72 ore. Dagli studi effettuati su piu’ di 4.700 donne, e’ emerso anche che l’Ulipristal acetato e’ ben tollerato, con un profilo di sicurezza tranquillamente sovrapponibile a quello della vecchia pillola anticoncezionale d’emergenza, gia’ in commercio.

L’Ulipistral acetato 30 mg era già stato approvato dall’EMA (European Medicines Agency), come contraccettivo d’emergenza, nel maggio del 2009. E successivamente ( nell’Agosto del 2010 ) aveva anche ricevuto il suggello dalla statunitense FDA (Food and Drugs Administration). In Italia, l’Ulipistral ricevette invece il via libera dell’AIFA (Agenzia italiana del farmaco) solamente l’8 novembre del 2011. Ad oggi, il contraccettivo in oggetto risulta tranquillamente autorizzato in ben 39 Paesi ( di cui, una trentina appartenenti all’UE ), e gia’ commercializzato in 28 Stati.

A livello di “istruzioni per l’uso“, l’AIFA afferma che la nuova pillola, il cui prezzo al pubblico sara’ inizialmente di euro 34,89, andrà assunta, in caso di necessità, il prima possibile, e non oltre le 120 ore dal rapporto non protetto; anche dopo l’uso di un altro metodo contraccettivo non adeguatamente utilizzato (ad esempio, quando la donna abbia dimenticato di assumere 2-3 o piu’ pillole anticoncezionali, o vi sia stato un distacco del cerotto anti-gravidanza, ovvero sia avvenuta la rottura di un profilattico); ma anche nei casi in cui si sia registrata una violenza sessuale. Il farmaco in oggetto non dovrà giammai, dunque, sostituire un metodo contraccettivo di routine.

Si dica, inoltre, che l’Ulipistral non intende presentarsi (secondo quanto dichiarato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità) come un rimedio cosiddetto abortivo. Il meccanismo d’azione principale di Ulipristal acetato 30 mg e’, infatti, quello di inibire o ritardare l’ovulazione, come si legge anche in un documento redatto dalle societa’ scientifiche Smic e Sic). In sostanza, la compressa in oggetto riduce la possibilita’ di incontro dell’ovulo e degli spermatozoi, rendendo potenzialmente non fertile il rapporto a rischio. Non solo: se assunta immediatamente prima dell’ovulazione, la pillola puo’ essere ancora in grado di posticipare la rottura del follicolo.


Pubblicato da il 11 aprile 2012 alle 17:04 in Salute
Tags: , , , ,


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Antonio Ruggeri

Giurista “umanista”

Rss Feed


Articoli dello stesso autore

Avvocati Professioni 4 aprile 2014, 15:45

Cassazione: diniego di onorario all’avvocato negligente

Per la cassazione chi svolge il patrocinio legale è tenuto a risarcire in prima persona il danno da lui causato al proprio cliente

Novità Codice Strada 4 febbraio 2014, 09:04

Unione europea e assicurazioni italiane

Sono legittimi i risarcimenti calmierati per alcuni danni da sinistro stradale

Salute 23 gennaio 2014, 15:01

Gennaio 2014: novità in campo di responsabilità mediche

La Corte ha sentenziato la “colpa grave“ di un medico che col decreto Balduzzi non era prevista.

Bioetica 12 aprile 2013, 08:00

Bioetica. Di nuovo problemi in materia di fecondazione eterologa

Il Tribunale di Milano ha invitato la Consulta ad esprimersi circa la conformità della legge 40 del 2004 ai princìpi della Costituzione

Bioetica 19 marzo 2013, 08:00

Cellule staminali: l’odissea della piccola Sofia

Il pericolo di discriminazione nei confronti del paziente e l’epilogo della storia della piccola Sofia


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su