Speciale Jobs Act

Professioni 15 novembre 2011, 08:36

Asia Toga-Escort ovvero quando la toga si scopre…

Nuove prospettive per la professione forense?


Capelli biondi allungati con extentions, bracciale d’oro strapieno di charms, camicetta di seta bianca con volant plissè chiusa fino al collo ma stretta “alpuntoche”… si vede il wonderbra che sta sotto, nero, come la borsetta Chanel che stringe con entrambe le mani, tenendola premuta sul ventre, quasi a nasconderlo.

Questa è Asia, top escort, richiestissima da uomini di successo (alti funzionari, politici e imprenditori) ai quali concede “con tranquillità” il suo lato B alla tariffa di 500 euro all’ora.

Un anno e mezzo fa, era avvocato nelle aule del Tribunale di Milano.

Vocazione scoperta tardivamente o effetto della crisi?

Meglio il “massaggio prostatico” o la conclusionale che scade?

A quante giovani Colleghe sarà balenata la stessa idea in tempi di crisi così stringente?

Asia con 4 clienti al giorno ha svoltato radicalmente la sua vita, lasciando dietro di sé la toga, sempre più sfilacciata, stufa di rincorrere clienti che non pagano ,quando ci sono, o di aspettarli mentre il telefono tace senza più speranze.

Asia è il punto di arrivo, portato alle estreme conseguenze, del malessere dell’Avvocatura al femminile, in cui, paradossalmente, la tutela è negata a chi ha per dovere professionale quello di assistere gli altri.

Ma la Toga, resta a tutti cucita “dentro”.

Ed anche per Asia è stato così.

La professionalità le è tornata utile nel momento in cui ha dovuto pubblicizzare sul suo sito la nuova attività.

Ogni voce è descritta con cura e sono perfettamente delineati con precisione curiale, prestazioni, limiti, ambiti e costi, giungendo anche a proporre oltre che il classico “SERVIZIO TOP ESCORTING RELAX DI ACCOMPAGNAMENTO” anche quello denominato “SERVIZIO BUSINESS DI ACCOMPAGNAMENTO” in cui, oltre alla compagnia per una colazione o cena di lavoro, per un viaggio d’affari, c’è la possibilità di utilizzare “eventualmente” anche le “sue competenze economiche, giuridiche e linguistiche.”

Vale sempre la regola che, soprattutto in tempi di crisi, non si butta via mai niente -ha pensato bene Asia- unendo l’utile al dilettevole…

Sorvolando sul “finissimo” distinguo tra Escort e Prostituta che, nel “caso di specie” si evincerebbe dalla presenza di un “quid in più” di “eleganza,sensualità e trasgressività”, Asia rivendica il suo diritto ad espletare un “servizio” altamente professionale e qualificato al punto da poter essere, a richiesta, anche fatturato come se fosse una consulenza, in virtù della partita Iva ancora aperta …

Ma chissà…pagherà pure la Cassa di Previdenza?

 


Pubblicato da il 15 novembre 2011 alle 08:11 in Professioni
Tags: , ,


15 Commenti per Asia Toga-Escort ovvero quando la toga si scopre…

  1. Concordo con chi dice che per fare questa professione non serve solo aprire le gambe e mi sento un po’ umiliata da chi definisce “umiliante” il nostro lavoro.
    Se lo fai in modo consapevole, con passione è un lavoro come un’altro, è umiliante piuttosto che non ci sia ancora un riconoscimento ed una legalizzazione del nostro lavoro.
    Siamo rimasti alla Legge Merlin senza capire che c’è una motivazione per cui si chiama “il lavoro più vecchio del mondo” , perchè c’è sempre chi pagherà per avere le nostre prestazioni.

    Molte di noi come Asiaroma sono laureate, sanno molte lingue e spesso accompagnano persone importanti che oltre ad avere una bella donna al loro fianco hanno bisogno anche di una persona dotata di una certa intelligenza e acume.

    Non fermatevi mai alle apparenze…

  2. Lucrezia

    Io penso che Asiaroma non sia altro che l’emblema di quello che significhi essere un avvocato oggi, in Italia, che voglia veramente vivere solo con questo mestiere.
    Lasciate perdere, infatti, le stupidaggini sulla condotta”specchiata ed illibatissima” che per l’esame si studia sul manualetto di deontologia.
    Lasciate, altrettanto, perdere le inutilmente altisonanti ri – affermazioni della dignità e del decoro professionale che i vari organismi dell’avvocatura sono soliti propinarci quando un legislatore coraggioso viene a calpestare le lobby e gli interessi di categoria.
    Lasciate perdere tutto questo e leggetevi studio illegale, altro caso mediatico del mondo forense.
    L’avvocato di successo è esattamente come Asiaroma.
    Uno che vende se stesso e la “propria professionalità” al miglior offerente.
    E se di grido, una top escort, appunto.
    Il sistema giustizia è bloccato anche e soprattutto per questo motivo. E’ risaputo.

    Ad ogni modo, sempre nell’ottica di seguire questa natura – che si deve per forza avere – per avere successo – di “sapersi vendere”, non è necessario fare scelte radicali come Asiaroma.

    Visto che avvocato di grido e top escort sono poi la stessa identica cosa, perchè non fare tutti e due contemporaneamente?

    :)

    C’è chi lo fa e con discreto successo. Un cliente per un motivo, diventa cliente per l’altro e, credetemi, PAGA. Sempre e puntualmente.
    E visto che l’ottica è quella della fidelizzazione, è necessario sempre studiare, formarsi, migliorare, crescere.
    In un senso e nell’altro. Sì da avere non solo un corpo perfetto, come Asiaroma, ma anche una mente brillante.
    Così da fornire in entrambi i campi, il massimo della professionalità.
    Il top, appunto.

    Quindi, per rispondere alla domanda iniziale di questo forum: Nuove prospettive per la professione forense? Decisamente sì.

    :)

  3. Pingback: La crisi incalza… | Ordine Avvocati Agrigento

  4. bluewind

    Mi scuso se intervengo su questo sito non essendo un avvocato, ma voglio dire il mio pensiero da libero cittadino, dopo quello che ho letto sul sito di Asia Roma e ascoltata la sua intervista riportata sul portale Libero.
    Senza nulla voler togliere alla libera scelta personale della signorina Asia di fare la umiliante attività di prostituta, oggi meglio definita all’inglese escort, piuttosto che la nobile professione forense, senza nulla voler togliere alla sua indiscutibile bellezza e intelligenza, e il suo sito lo dimostra molto chiaramente, essendo impostato sul filo della legge, con quei distinguo incredibili tra l’acquisto del suo tempo, dedicato esclusivamente ad una pura compagnia, piuttosto che delle sue libere attività sessuali, svolte solo se a suo insindacabile giudizio dovesse nascere una attrazione con il potenziale cliente, roba da ridere se ci pensate bene, senza nulla voler togliere a tutto questo, bisogna però cercare di capire le motivazioni che l’hanno spinta a una simile scelta.
    Cosa può spingere una donna a fare la prostituta? A parte quelle che disgraziatamente entrano in giri criminali e che quindi sono costrette, e quelle che lo fanno invece liberamente ma per reale necessità, non si può certo capire, o è difficile capirlo, il perchè lo faccia una donna avvocato se non per puro desiderio di soldi, unica vera reale motivazione, ancorchè incomprensibile perchè si presume che possa vivere bene del suo normale lavoro di avvocato.
    Fare la bella vita, guadagnando una marea di soldi al nero, senza mai pagare nessuna tassa, sfruttando la stupidità di tantissimi, purtroppo troppi, uomini che alimentano questo turpe mercato della carne umana con la loro ignoranza e il loro mancato rispetto della donna, ecco cosa ha spinto Asia Roma a fare questa scelta, unire l’enorme utile al grandissimo piacere.
    Tutti quegli uomini che stanno facendo arricchire illegalmente la signorina Asia, che se la ride e se la gode alle loro spalle, e che in qualunque modo ne giustificano, o incitano, o apprezzano, la sua miserabile attività, si dovrebbero semplicemente vergognare di essere uomini e di quello che fanno, essendo proprio questo tipo di persone che le donne vanno cercando per la loro stupidità.
    Basta riflettere un attimo sulla signorina Asia: una donna così bella non ha problemi di avere tutti gli uomini che vuole, non ha certo bisogno di fare la prostituta per fare sesso, anche trasgressivo e perverso come lei desidera, quindi svolge questa attività solo per spennare i polli.
    Da uomo concludo dicendo che veramente ci dobbiamo vergognare tutti noi di sesso maschile perchè chiaramente responsabili diretti di questo schiffo e marciume sociale, che bisognerebbe trovare il modo di eliminare, o contenere per quanto possibile, nell’interesse delle nuove generazioni, perchè altrimenti fra non molto avremo un società fatta da un esercito di donne come Asia Roma.

  5. Guido

    Leggendo l’articolo su ASIA ROMA e l’intervista pubblicata nella home page di LIBERO sono rimasto affascinato da questa ragazza e, volendoLa conoscere personalmente l’ho cercata su google imbattendomi anche in questo forum.
    Intervengo solo per dire che concordo perfettamente con quanti Le riconoscono prima di tutto altre qualità che non solo quelle banali che si potrebbero suppporre.
    Se si riflette che dall’intervista rilasciata con eleganza di altri tempi Asia Roma ha ottenuto oltre mezzo milione di visite sul proprio sito stracciando in home page di LIBERO persino l’articolo dedicato al governo Monti incaricato, bisognerebbe capire una volta per tutte che l’era della donna coi pantaloni è tramontata.
    Asia Roma è un fenomeno mediatico: basta leggere il suo sito. Mai un cenno di volgarità, solo tanta dolcezza e femminilità.
    Non sarà questa Sua dote innata, che si sente come scriveva qualcuno, la vera chiave della Sua popolarità anzichè dover pensare che a far perdere la testa ad un uomo sia sempre e solo un’altra cosa?. Evidentemente questa bella ragazza ed ex collega sa conciliare armoniosamente le doti che ha innate: bellezza, intelligenza, fascino, eleganza ed una sensualità e carica erotica ripeto, di altri tempi.

  6. Edoardo Bormioli

    E’ una scelta personale quella di Asia Roma pertanto insindacabile .
    Trovo comunque l’ex collega molto intelligente e non solo nelle risposte che dà oltrechè indubbiamente affascinante.
    Complimenti ed auguri per la nuova carriera

  7. gabriele

    Concordo con Max.
    Bisogna avere requisiti fisici e mentali per essere come Asia.
    Molti pensano erroneamente che basta saper “allargare le gambe” ed avere una predisposizione mentale in tal senso per essere una top escort e poter richiedere 500 euro l’ora. Non è così.
    Si vede e si sente lontano anni luce che Asia Roma ha una marcia in più.
    Come parla, come si muove, come si pone, l’intelligenza e la moderazione che usa nelle risposte non ipocrite che da.
    Asia Roma dimostra di avere anche tanto cervelllo.
    Ho consultato il suo sito e letto per intero l’intervista rilasciata ad Affari Italiani e pubblicata su Libero: mai un accenno di volgarità, solo tanta eleganza e fascino. Questo distingue una vera Donna da un’altra.

  8. Anna Conti

    Significa che, come dice Terry De Nicolò, nota esperta della materia, che “la bellezza ha un valore”….????
    E che quindi solo le avvocate belle e predisposte mentalmente a fare le escort (???) possono farlo????
    C’è una “idea moralista” della professione?

  9. Max

    Dico a tutte quelle che ci stanno pensando…….che bisogna avere i requisiti per poterlo fare……..sia fisici che mentali!

  10. Anna Conti

    Quasi 28.000 euro al mese….

  11. avv umberto donaggio

    Contenta lei,non si può giudicare ma comunque dovrebbe pagare le tasse in un anno e mezzo a occhio e croce (20X4X18)
    si legge 4 prestazioni al giorno per venti giorni x 18 mesi la signorina…. ha incassato calcolando 500€ PRESTAZIONE CIRCA 500.000 €.

  12. Maria Giuliana Murianni

    Anna…hai toccato il punto nodale: essere consapevoli.
    Mi chiedo quanto possa esserlo se la scelta è necessitata…
    Il fenomeno, purtroppo, per le “toghe rosa” è molto più esteso di quello che appare.
    Asie è solo la punta dell’iceberg…

  13. anna

    Purtroppo non è la prima volta che vedo o sento che una collega ha scelto questa ” professione ” . Non giudico la sua scelta, le motivazioni possono essere molte, ma credo che la più ovvia sia che quel tipo di mercato ha molta richiesta e garanttisce immediati e ” lauti ” guadagni, diversamente essere un avvocato ” nella media ” non ti permette certo di acquistare borse chanel o quant’altro, ma di condurre una vita normale, senza molti eccessi .

    Voglio dire ad Asia, se mi legge, che il rispetto di se stessi ci regala delle ricchezze che nessuno potrà mai toglierci, e che se ci pensa bene può anche tornare in Tribunale perchè ne saremo molto felici .

    In fondo si può provare a vivere nuove esperienze, basta essere consapevoli

  14. Maria Giuliana Murianni

    chi meglio di te può saperlo???

  15. Assurdo questo “cambiamento”, forse guadagnava poco pur essendo avvocato? La crisi è veramente così grave? O ci sono anche altre motivazioni?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Maria Giuliana Murianni

avvocato, mediatrice familiare

Rss Feed


Articoli dello stesso autore

Società 11 aprile 2014, 09:30

Divorzio breve… La lunga marcia riprende

Il nuovo testo ridurrà drasticamente il tempo di attesa per giungere allo scioglimento o alla cessazione degli effetti civili

Processo Civile Società 31 dicembre 2013, 08:47

Sesso per contratto… Lucia come Frine?

L’assurdo contratto che prevedeva l’obbligo per una segretaria di fare sesso con l’assessore, suo titolare, quattro volte al mese

Civile Professioni 15 novembre 2013, 12:28

Dal 30 novembre il via ai contratti di convivenza… dal notaio!

I notai promuovono i cd “contratti di convivenza” per le famiglie more uxorio

Animali 13 settembre 2013, 08:00

Da ora è l’uomo il miglior amico del cane! In vigore le nuove norme sull’incolumità pubblica

Con le nuove norme i proprietari sono i “responsabili” delle conseguenze civili e penali dei comportamenti del loro cane

Civile 25 luglio 2013, 08:00

Cassazione, legittimo il mantenimento all’ex coniuge con precedenti penali

Il vincolo coniugale della assistenza materiale prescinde da ogni valutazione sullo stile di vita dei coniugi


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su