Speciale riforma PA

Amministrativo 25 luglio 2011, 07:50

Contratti di appalto, le linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari

Come applicare la legge 136 del 2010 (piano straordinario contro le mafie), determinazione AVCP del 7 luglio 2011


L’Autorità di vigilanza sui contratti pubblici ha diramato le nuove linee guida sulla tracciabilità dei flussi finanziari nei contratti d’appalto, con determinazione numero 4 del 7 luglio 2011.

Quest’ultimo atto “sostituisce” le precedenti determinazioni in materia (n. 8 del 18 novembre 2010 e n. 10 del 22 dicembre 2010).

Il Consiglio dell’Autorità, premesso che:

“Il 7 settembre 2010 è entrato in vigore il ‘Piano straordinario contro le mafie’, varato con legge n. 136 del 13 agosto 2010, che prevede importanti misure di contrasto alla criminalità organizzata e nuovi strumenti per prevenire infiltrazioni criminali.

Lo strumento della tracciabilità è disciplinato principalmente dall’art. 3 e dall’art. 6 della legge n. 136 che hanno già subito una importante modifica ad opera del decreto legge n. 187 del 12 novembre 2010, in materia di sicurezza pubblica, convertito con legge n. 217 del 2010 (in G.U. del 18 dicembre 2010).

In particolare, con tali provvedimenti normativi sono state apportate modifiche al predetto art. 3 della legge n. 136/2010, mentre l’art. 6 del decreto n. 187/2010, come modificato dalla relativa legge di conversione, ha, da un lato, introdotto la disciplina transitoria sulla tracciabilità dei pagamenti per i contratti di appalto in corso al 7 settembre 2010 e, dall’altro, chiarito, con interpretazione autentica, alcune importanti espressioni contenute nel testo dell’art. 3.

L’Autorità ha adottato, in materia, due atti di determinazione, rispettivamente n. 8 del 18 novembre 2010, recante “Prime indicazioni sulla tracciabilità finanziaria ex art. 3, legge 13 agosto 2010,  n. 136  come modificata dal D.L. 12 novembre 2010, n.  187”, e n. 10 del 22 dicembre  2010, recante “Ulteriori indicazioni sulla tracciabilità dei flussi finanziari”.

La prima adottata all’indomani della pubblicazione sulla G.U. del d.l. n. 187/2010; la seconda, adottata a seguito dell’entrata in vigore della legge n. 217/2010, di conversione del d.l. 187/2010.

A far data dal 2 maggio 2011 è entrato, inoltre, in funzione un sistema semplificato per l’acquisizione del CIG per talune fattispecie.

Alla luce dell’esperienza acquisita nel primo periodo di applicazione della legge, l’Autorità ritiene necessario emanare una nuova determinazione che  riordini quanto affermato nei precedenti atti e fornisca nuove linee interpretative ed applicative anche in relazione ad alcune specifiche fattispecie.

Pertanto,  la presente determinazione è da considerarsi sostitutiva delle due precedenti determinazioni n. 8 e n. 10 del 2010″.

Il testo della Determinazione n. 4 del 7 luglio 2011

“Linee guida sulla tracciabilita’ dei flussi finanziari ai sensi dell’articolo 3 della legge 13 agosto 2010, n. 136″

1. Le finalità della legge n. 136/2010

2. Entrata in vigore e regime transitorio

2.1 Contratti sottoscritti dopo il 7 settembre 2010

2.2 Contratti sottoscritti prima del 7 settembre 2010

2.3 L’adeguamento automatico

3. Ambito di applicazione

3.1 Soggetti tenuti all’osservanza degli obblighi di tracciabilità

3.2 La filiera delle imprese

3.2.1 Esemplificazioni di filiera rilevante per i contratti di servizi e forniture

3.3 Concessionari di finanziamenti pubblici anche europei

3.4 I flussi finanziari soggetti a tracciabilità

3.5 Concessioni di lavori e servizi

3.6 Tracciabilità tra soggetti pubblici

3.7 Contratti con operatori non stabiliti in Italia

3.8 Contratti nei settori speciali

3.9 Contratti di servizi esclusi di cui al Titolo II, parte I, del Codice

3.10 Contratti ex articolo 25 del Codice

3.11 Contratti di sponsorizzazione ex articolo 26 del Codice

3.12 Incarichi di collaborazione

3.13 Amministrazione diretta e cottimo fiduciario

3.14 Ipotesi peculiari: Raggruppamenti temporanei di imprese, consorzi ed imprese riunite.

Cash pooling. Compensazione e datio in solutum ex articolo 53, comma 6 del Codice

4. Fattispecie specifiche

4.1 Servizi bancari e finanziari

4.2 Servizio di tesoreria degli enti locali

4.3 Servizi legali

4.4 Servizio sostitutivo di mensa mediante buoni pasto

4.5 Servizi sanitari

4.6 Erogazioni e liberalità a favore di soggetti indigenti

4.7 Servizi di ingegneria ed architettura

4.8 Contratti stipulati dalle agenzie di viaggio

4.9 Cessione dei crediti

4.10 Contratti nel settore assicurativo

4.11 Contratti di associazione

4.12 Contratti dell’autorità giudiziaria

4.13 Risarcimenti ed indennizzi

4.14 Cauzioni

5. Modalità di attuazione della tracciabilità

5.1 Utilizzo di conti correnti bancari o postali dedicati

5.2 Reintegro dei conti correnti dedicati

5.3 Utilizzo di strumenti di pagamento tracciabili

6. Richiesta ed indicazione del CIG e del CUP

6.1 Il codice CUP

6.2 Il codice CIG

6.3 Casi di semplificazione del CIG

6.4 Il CIG negli accordi quadro

6.5 Il CIG nelle gare divise in più lotti

6.6 Acquisti destinati a più commesse

7. La tracciabilità attenuata

7.1 Pagamenti ex art. 3, comma 2

7.2 Pagamenti ex art. 3, comma 3

7.3 Utilizzo di carte carburante

7.4 Pagamenti delle utenze della pubblica amministrazione

8. Il fondo economale

9. Comunicazioni


Pubblicato da il 25 luglio 2011 alle 07:07 in Amministrativo
Tags: ,


Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Articoli dello stesso autore

Welfare 21 agosto 2014, 08:05

Riforma pensioni: perché il contributo sugli assegni sarà un flop

Il piano Poletti è destinato a fallire per la conformazione delle pensioni

Avvocati 20 agosto 2014, 16:47

Avvocati, la lettera per chiedere la riduzione del canone Rai

La lettera da firmare e inviare alla Rai per chiedere il rientro nei parametri

Giustizia 20 agosto 2014, 15:09

Il decreto carceri 2014 è legge: testo definitivo e novità per i detenuti

Risarcimenti bonus per chi assume, nuovi posti in Polizia

Amministrativo 20 agosto 2014, 12:25

Cassazione shock: da oggi la raccomandazione è legale

Nessun reato per il Comandante scoperto a segnalare la figlia

Welfare 20 agosto 2014, 10:03

Pensioni 2014, il contributo di solidarietà esiste già. Ecco perché

La proposta potrebbe allargare il prelievo per le pensioni alte


LeggiOggi.it

Ogni settimana il meglio di LeggiOggi.it nella tua E-mail



Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei dati



NOTA INFORMATIVA SULLA TUTELA DEI DATI PERSONALI EX ART 13 D.LGS. 196/2003 E RICHIESTA DI CONSENSO AL TRATTAMENTO

Maggioli SpA, titolare del trattamento, si propone di gestire il servizio nel rispetto della normativa vigente in materia di tutela dei dati personali. Al proposito intende con questa nota, fornire a tutti gli utenti un'informativa sulle modalità e finalità del trattamento dei dati personali in conformità a quanto previsto dall'art. 13 del D.Lgs n. 196 del 30.06.2003. I dati personali forniti dagli utenti verranno trattati elettronicamente e/o manualmente da Maggioli SpA, Via del Carpino 8 - 47822 Santarcangelo di Romagna (RN), titolare del trattamento, per tutte le finalità correlate alla prestazione del servizio. Inoltre, previo suo consenso, i suoi dati saranno trattati dalla nostra società e dalle società del Gruppo Maggioli per l'invio di materiale promozionale inerente i nostri prodotti o servizi o quelli di società clienti del Gruppo Maggioli. L'indicazione della email deve essere fatta con cura in quanto necessaria per ricevere il servizio, i dati a corredo vengono chiesti per targettizzare gli invii informativi. I suoi dati non saranno diffusi. I suddetti dati potranno essere comunicati a soggetti pubblici, in aderenza ad obblighi di legge e a soggetti privati per trattamenti, funzionali all'adempimento del contratto, quali: nostra rete agenti, società di informazioni commerciali, professionisti e consulenti. I suoi dati potranno essere comunicati a soggetti terzi nostri clienti, che li tratteranno in qualità di autonomi titolari del trattamento secondo la definizione contenuta nel D.lgs 196/2003. Tali dati saranno trattati dai nostri dipendenti e/o collaboratori, incaricati al trattamento, preposti ai seguenti settori aziendali: editoria elettronica, mailing, marketing, CED, servizi Internet, fiere e congressi. L'utente potrà esercitare ogni ulteriore diritto previsto dall'art. 7 del D.Lgs 196 del 30.06.2003 che di seguito integralmente si riporta: "1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. 2. L'interessato ha diritto di ottenere l'indicazione: a) dell'origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'art. 5 comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello stato, di responsabili o incaricati. 3. L'interessato ha diritto di ottenere: a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione, in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettera a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di colori ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento di rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. 4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano ancorchà pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento dei dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale. "Compilare il form con i propri dati con conseguente dichiarazione espressa di aver letto e accettato questa informativa, autorizza la Maggioli spa e le società del Gruppo Maggioli al trattamento dei suoi dati per le finalità correlate alla prestazione del servizio e per l'invio di materiale promozionale, anche da parte di soggetti terzi nostri clienti, secondo le modalità illustrate nell'informativa. L'utente potrà esercitare ogni diritto previsto dal citato art. 7 con la semplice risposta alla e-mail ricevuta.

Chiudi questa finestra
Torna Su